martedì 30 giugno 2009

AnzioEstateBlu 2009: I Negrita al posto di Venditti.

I grandi nomi della musica, dello spettacolo e della lirica saranno protagonisti del programma di AnzioEstateBlu 2009 varato, nei giorni scorsi, dal Sindaco di Anzio, Luciano Bruschini, dall’Assessore alla cultura, sport e turismo, Umberto Succi. Vincenzo Salemme il 29 luglio, gli artisti di Colorado Cafè il 30 luglio, Village Girl il 2 agosto, I Negrita il 7 agosto, Lillo & Greg il 10 agosto, Renzo Arbore il 12 agosto, Rodolfo Laganà il 15 agosto, Emanuela Aureli il 18 agosto, Arisa, vincitrice di Sanremo giovani 2009, il 22 agosto. E poi grandi appuntamenti con la lirica ed il balletto con “La Tosca” il 1 agosto, “La Carmen” con Rossella Brescia il 4 agosto e La Madama Butterfly il 9 agosto. Domenica scorsa, in Piazza Garibaldi, nell’ambito dei festeggiamenti per le celebrazioni del Santo Patrono (S. Antonio da Padova) si è esibito Marco Carta, vincitore dell’ultimo Festival di San Remo, che ha fatto registrare un grande successo di pubblico. “Al centro del programma di AnzioEstateBlu2009 – dice l’Assessore alla cultura, sport e turismo, Umberto Succiabbiamo messo il Parco Archeologico della Villa di Nerone, presso il quale il prossimo 3 luglio festeggeremo i 10 anni di apertura al pubblico, con tutta una serie di appuntamenti finalizzati alla valorizzazione della nostra storia. Presso il Parco si terrà la rassegna con i più importanti scrittori italiani come Giordano e Sottile, la terza edizione di (dal 2/08 al 9/08), rappresentazioni teatrali classiche e manifestazioni dedicate agli Imperatori romani, legati ad Anzio, Nerone e Caligola. Un programma di notevole livello – conclude Succi - che siamo riusciti a mettere a punto grazie alla fondamentale dedizione del nostro Sindaco, al lavoro della Amministrazione ed al positivo apporto della Commissione cultura e turismo che ringrazio per l’ottimo lavoro svolto”. Come ogni anno, inoltre, nell’ambito del programma di AnzioEstateBlu2009 è prevista la Regata del Cuore, organizzata insieme al Circolo della Vela, ad Antonella Laganà e a Giuseppe Barone, che si terrà con la rinnovata formula di quattro giorni di eventi (previsti dal 23 al 26 luglio). Circa sessanta personaggi del mondo dello spettacolo si contenderanno, giovedì 23 luglio, la vittoria nel mare di Anzio mentre, per domenica 26 luglio, è prevista la Regata del Cuore Open aperta a tutti. I proventi di tutta la manifestazione saranno devoluti in favore di cinque associazioni che si occupano di bambini diversamente abili ovvero: Nati due Volte, Centro Sociale Riabilitativo Occupazionale Naturalmente Onlus, Centro Primavera, Associazioni Disabili Elena Castellacci e Associazione Famiglie Handicappati. Diversi eventi di AnzioEstateBlu2009 si terranno nel teatro del Parco di Villa Adele, oggetto di un importante intervento di sistemazione da parte dell’Amministrazione, che è pronta ad ospitare pubblico ed artisti all’interno di un’area verde restituita alla Città completamente sistemata e bonificata. Inoltre è stato attivato il servizio gratuito di bus navetta che collega il centro storico con l’area parcheggio La Piccola, recentemente ceduta al Comune di Anzio dalle Ferrovie dello Stato, presso la quale sono stati ultimati i lavori varati dall’Amministrazione Comunale. Info: 3475912752.

Anzio: Biblioteca comunale “Notti sulla terrazza”.

Sulla terrazza della Biblioteca comunale, le sere del 6-7-8-9- luglio, alle ore 21.30, notti dedicate alla narrativa, alla musica, alla poesia, alla storia di Anzio. più iniziative legate alla lettura e alla cultura, alla storia del nostro territorio. Si susseguiranno 4 serate, dal lunedì al giovedì, sino alle ore 24.00.

prima serata lunedì 6 lettura narrativa: Dario Sandro Vaggi legge alcuni racconti;

seconda serata martedì 7 musica narrativa:

Gino Canini con Mauro Miletta ci introducono in un percorso musicale;

terza serata mercoledì 8 lettura poetica:

Deborah D’agostino e i suoi ospiti ci parlano, e leggono, di poesia;

quarta serata giovedì 9 storia locale:

Guglielmo Natalini ci racconta la storia di Anzio nei suoi libri;

Dalle 21.30 alle 24.00, con qualche pausa per gustare un piccolo dopocena a base di gelato, frutta, prosecco.

BIBLIOTECA COMUNALE DI ANZIO

Programma della serata di lunedì 6 luglio 2009 con Dario Sandro Vaggi


LETTURA NARRATIVA

a cura di DARIO SANDRO VAGGI

Legge due racconti:

La ricetta della mamma

di

Giorgio Faletti

e

Garganelli al ragù della Linina

di

Carlo Lucarelli


Le letture saranno precedute da un breve cenno biografico sugli autori e seguite da un commento

anche dei presenti in “sala”

sulle letture

BIBLIOTECA COMUNALE DI ANZIO

Programma della serata di martedì 7 luglio 2009 con Gino Canini e Mauro Miletta

“QUANDO LA MUSICA PER FILM ASSUME IL DUPLICE RUOLO DI MEZZO E FINE NARRATIVO”

INTRODUZIONE

Nel terzo millennio la forma espressiva che meglio di ogni altra ancora ci rappresenterà agli occhi delle generazioni future è senza dubbio il cinema. Il cinema, in quanto specchio dei tempi e sintesi di linguaggi è fatto anche, e talvolta soprattutto, di musica. Il bersaglio della discussione è quello di approfondire e cercare di superare l’abissale divisione tra la giovane cultura cinematografica e l’antica cultura musicale. Nonostante la morte di Rota e la scomparsa di Fellini abbiano assunto gli amari connotati della fine di un’epoca filmico-musicale, la musica per film svolge tuttora un incarico squisitamente narrativo strettamente legato alla società contemporanea che implica intere e distanti generazioni e da qualche decennio etnie di estrazioni culturali diverse, entrambe le quali si riconoscono perfettamente nel gusto estetico “comune” dominante del momento. Per questo motivo la forma mentis dei registi, si serve della componente musicale senza porsi troppi problemi sia di carattere storico-musicale, ne tanto meno estetico-musicale. La sopravvivenza fra le differenze tra punto di vista cinematografico e punto di vista musicale e il susseguente processo di convivenza sono la causa dell’analisi. L’ambizione consiste in una ricerca capace di porre in evidenza alcuni collegamenti tra cultura letteraria, figurativa o teatrale da una parte e costume musicale, prassi compositive d’area colta e non dall’altra. Dotati di una poetica ben riconoscibile e creando uno specialismo compositivo “proprio” del soundtrack. Tuttavia, come a volte accade anche in un libro, in un commento musicale per film si possono riscontrare numerose esclusioni “inspiegabili” che sono il frutto di una serie di compromessi tecnico-estetici o anche esigenze puramente commerciali, per cui non tutte le assenze saranno da intendersi come scelte deliberate da parte del compositore. Analizzando, per esempio, un tipico prodotto hollywoodiano sarà ben difficile trovare sul piano prettamente musicale qualcosa che denoti almeno un’originalità di scrittura. L’errore più grande sarebbe quello di scindere questa musica dal proprio contesto, valutandola soltanto in sé. Bernard Hermann ad esempio, non sarà uno dei maggiori compositori del ’900, tuttavia le sue soluzioni musicali nel cinema di un maestro come Hitchock rappresentano un vertice sul piano delle soluzioni interattive.

La musica per film sino ad oggi non si è sviluppata secondo leggi sue

proprie. Essa conosce soluzioni condizionate dall’essenza delle cose.

Le modificazioni avvenute in essa, in parte provengono dai progressi

descrittivi della riproduzione meccanica, in parte sono tentativi

sconsiderati di correre dietro il gusto, sia reale

che immaginario, del pubblico.

Gino Canini (Anzio, 1969), trombettista, compositore e autore. Consegue il diploma in tromba presso il Conservatorio di Musica “S. Cecilia” di Roma (1989) e la Laurea in Letteratura Musica e Spettacolo presso l’Università “LaSapienza” di Roma (2007) con una tesi di etnomusicologia dal titolo “I linguaggi della musica fra idiomi locali e tecniche professionali”. Da oltre venti anni, vive nel panorama musicale nazionale, tra le collaborazioni più significative: Università Pontificia Salesiana in Vaticano, Alirio Diaz, Severino Gazzelloni, Alex Baroni, Loredana Bertè, Angelo Branduardi, Amedeo Minghi, Michele Zarrillo, Ute Lemper, Nek, Massimo Ranieri, Gilbert Becaud, Jon Secada, Renato Zero.

Televisione: I fatti vostri, Alle falde del Kilimangiaro, Amore, La Corrida, Domenica in, Tutti gli zeri del mondo, I colori di Napoli. Radio: Per noi. Discografia: Decisamente Loredana (Loredana Bertè 1998), Da me a te (Claudio Baglioni 1998), Tour dopo Tour (Renato Zero 1999), Serenata Mexicana (Mariachi Alma Mexicana 2001), Contraddizioni (Pier Cortese 2007). Colonne sonore: Woytila, Doc West, Oggi sposi.

Mauro Miletta, chitarrista dalla straordinaria versatilità, inizia lo studio della musica all’età di otto anni con il padre Franco. In seguito si specializza in chitarra jazz con Eddy Palermo, Nicola Puglielli, Fabio Zeppetella e Dario Lapenna. E’ stato docente al Centro Musicale, Musica e Musica, Collegium Musicum, Studium Musicum, Crocodile (Latina), Missisippi jazz school (Roma).

Ha collaborato con Pierangelo Bertoli, Fred Buongusto, Rondo’ Veneziano, Raoul Casadei (come autore di musiche e testi), fratelli Capuano (andamento lento) e nel cinema con Bernardo Bertolucci. Ha partecipato a trasmissioni televisive e radiofoniche Help (Red Ronnie), C’era una volta la radio (presentato da Freakantoni degli Skiantos). Tuttora svolge un’intensa attività di Studio e Live.

I TEMI SARANNO PER LA MAGGIOR PARTE ACCOMPAGNATI DA UN COMMENTO MUSICALE E DA ESEMPI PRATICI; GINO CANINI SUONERA’ DUE BRANI SCRITTI DA LUI E L’ULTIMA PARTE DELLA SERATA AVRA’ UNA IMPRONTA JAZZISTICA E RAFFINATA, ANCHE SE VERRANNO SODDISFATTE EVENTUALI PREFERENZE POP.

BIBLIOTECA COMUNALE DI ANZIO

Programma della serata di mercoledì 8 luglio 2009 con Deborah D’Agostino e i suoi ospiti


SINERGIE D'ARTE (D’ESTATE)

Letture poetiche

a cura di Deborah D’Agostino

e Autori Online

in collaborazione con il Circolo letterario

Bel-Ami di Cristiano Sabbatini

Presentazione del testo per l'UNESCO
"DA I PARCHI LETTERARI AI POETI CONTEMPORANEI"
intervengono i curatori
MARIA ROSA SANTILONI Segretario Generale FONDAZIONE IPPOLITO NIEVO
MASSIMO NARDI Commissario Opere letterarie SIAE

LETTURE POETICHE DI:
RICCARDO BERTOLOTTI SILVIA BOVE

ANTONIO CONTOLI
FIORE LEVEQUE UGO MAGNANTI

DONATELLA OTTOLINI
LUCA PIETROSANTI MARICA RECCHIUTTI

MARIA CARLA TRAPANI

ETICHE APERTE agli autori presenti e al pubblico

BIBLIOTECA COMUNALE DI ANZIO

Programma della serata di giovedì 9 luglio 2009 con Guglielmo Natalini

Gli imperatori anziati

Caligola

Nerone

e

Coriolano

Ovvero

Poco mancò che anzio conquistasse roma

Il pubblico potrà intervenire.

lunedì 29 giugno 2009

La festa di S. Antonio.












I festeggiamenti in onore di S. Antonio, patrono della città di Anzio sono appena terminati, ma lungamente si parlerà di questa grande manifestazione che, anno dopo anno, cresce, sia come perfetta organizzazione, sia come testimonianza di fede. A testimonianza di ciò è l’enorme afflusso di devoti del Santo, ma anche di persone che considerano “la festa di Anzio” come inizio ufficiale della stagione estiva. Sabato 27 giugno, la Santa Messa, alle ore 19.00, celebrata da Padre Vincenzo Marcolli, Segretario Generale dell’Ordine O.F.M. CONV. e con la caratteristica “Processione a mare e per le vie del centro cittadino” che è partita, con l’Effige del Santo, alle ore 21.00, da Piazza Pia per arrivare sul molo Innocenziano. La “macchina” di S. Antonio durante il suo percorso ha ricevuto tante testimonianze di affetto dai fedeli anche con il lancio di petali di fiori da balconi e finestre e fuochi pirotecnici dalla spiaggia. La statua del Santo, dopo aver ricevuto l’omaggio floreale della Capitaneria di Porto di Anzio, è stata sistemata sul Moto Peschereccio “Paola Madre” che ha permesso la benedizione alla città dal mare. Le buone condizioni del mare hanno permesso al moto peschereccio di S. Antonio di lambire le coste del vicino Nettuno. La solenne processione ha fatto ritorno in chiesa sostando in Piazza Pia, con l’occasione e sotto lo sguardo di S. Antonio, Padre Giuseppe ha ringraziato tutti quanti hanno permesso lo svolgimento della processione ed hanno partecipato fisicamente: Il senatore Candido De Angelis, il sindaco di Anzio Luciano Bruschini, il borgomastro di Bad Pyrmont, Elke Christina Roeder, il vice sindaco di Nettuno Alberto Andolfi, autorità civiche e militari, la Confraternita di S. Antonio, del Sacro Cuore, di S. Anna e Gioacchino, di S. Teresa, S. Antonio abate, i Bagnini Anziati, la Lega Marinara, l’U.N.I.T.A.L.S.I., la scuola Maestre Pie Filippini, il Circolo Anziani “Salvini”, l’AGESCI, la Milizia dell’Immacolata, la Congregazione del Terzo Ordine Francescano, l’Associazione Mariana, la C.R.I. e la Banda Musicale “Città di Anzio”. S. Antonio, dopo la benedizione della piazza, è rientrato in chiesa, portato dai “facchini” della sua confraternita al grido di “Evviva S. Antonio”. Domenica 28 giugno, alle ore 10.00, nella Chiesa dei Santi Pio e Antonio, la solenne messa cantata presieduta da Sua Eccellenza mons. Gianfranco Girotti, Reggente della Penitenzieria Apostolica. Al termine della sacra funzione del giorno di festa, la Confraternita ha distribuito ai presenti il pane benedetto del Santo. Molto bello il quadro floreale allestito davanti la Chiesa, rappresentante l’immagine del Santo che predica ai pesci, opera realizzata dai maestri infioratori di Genazzano. Nel pomeriggio i giochi a mare hanno preceduto il concerto in Piazza Battisti, di Marco Carta, vincitore dell’ultima edizione del festival di Sanremo, cui hanno assistito numerosissime fan provenienti da tutta Italia; ad accompagnare Marco anche la simpaticissima Floriana Secondi, vincitrice della terza edizione del “Grande Fratello”. La serata domenicale è finita con il fantastico spettacolo dei fuochi pirotecnici sul mare. Da segnalare anche la Rassegna di Musica Sacra. Dopo l’esibizione della “Corale Polifonica “Città di Anzio” il 26 giugno, e del coro giovanile “Lavinium”, diretto dal maestro Fabrizio Vestri, di lunedì 29 giugno proponendo brani classici tradizionali, gospel e spiritual. Sabato 4 luglio sarà la volta dell’Associazione “Annuntiatae Cantores di Sabaudia, diretta dal maestro Francesco Belli ed accompagnata al pianoforte dal maestro Ugo Mariani con brani classici. Terminerà la rassegna, domenica 5 luglio, la Schola Cantorum “Santi Pio ed Antonio” di Anzio presentando sedici brani con autori che vanno da Riz Ortolani a Donovan, da Frisina, a Mancinoni. Appuntamento presso la Chiesa dei Santi Pio ed Antonio, Piazza Pia, Anzio, ore 21:30. Info: 3475912752.

video

domenica 28 giugno 2009

Anzio: Rassegna di Musica Sacra fino al 5 luglio.

Prosegue la Rassegna di Musica Sacra ad Anzio. Dopo l’esibizione della “Corale Polifonica “Città di Anzio” il 26 giugno, la kermesse va avanti con il coro giovanile “Lavinium”, diretto dal maestro Fabrizio Vestri, che si esibirà lunedì 29 giugno proponendo brani classici tradizionali, gospel e spiritual. Sabato 4 luglio sarà la volta dell’Associazione “Annuntiatae Cantores di Sabaudia, diretta dal maestro Francesco Belli ed accompagnata al pianoforte dal maestro Ugo Mariani con brani classici. Terminerà la rassegna, domenica 5 luglio, la Schola Cantorum “Santi Pio ed Antonio” di Anzio presentando sedici brani con autori che vanno da Riz Ortolani a Donovan, da Frisina, a Mancinoni. Appuntamento presso la Chiesa dei Santi Pio ed Antonio, Piazza Pia, Anzio, ore 21:30. Info: 3475912752.

giovedì 25 giugno 2009

Anzio: Negrita in concerto il 7 agosto 2009.


Rock sotto le stelle a Villa Adele. Il 7 agosto l’atteso live dei Negrita - ovvero Pau (voce), Cesare Mac e Drigo (chitarra) e Franky al basso. L’appuntamento è a partire dalle ore 21:00. Al via la prevendita dei biglietti. Il patrocinio è del Comune di Anzio.

Biografia:

1992: i NEGRITA raggiungono la loro formazione definitiva, realizzano due demo‑tape ed iniziano a frequentare il circuito dei club di tutta Italia, presentandosi subito al pubblico come una rock-band di grande impatto ed energia.

1993: l’anno si apre con la realizzazione di un terzo demo‑tape, parallelamente alla prosecuzione dell'attività concertistica.

1994: è l’anno dell’esordio discografico: “NEGRITA” (Mercury/Black Out) rivela immediatamente linee chitarristiche molto ricche e vibranti, una sezione ritmica inossidabile e carica di funk, testi dalle metriche nervose e dai messaggi penetranti. L'album desta immediatamente un grande interesse da parte di pubblico e critica, grazie sia al notevole successo radiofonico del brano "Cambio", sia ad un capillare tour che porta i NEGRITA letteralmente in ogni angolo della penisola e impone definitivamente la band come una delle più vivide realtà live del rock italiano. Sempre nel 1994 la band arrangia ed esegue con Ligabue il brano "L'han detto anche gli Stones", pubblicato su "A Che Ora è la Fine del Mondo" dello stesso Ligabue.

1995: esce “PARADISI PER ILLUSI”, che rappresenta un progetto particolare per i Negrita: questo mini album fotografa infatti un momento particolare della loro carriera, una fase di transizione durante la quale i Negrita cercano di dare alla loro musica nuovi impulsi ma soprattutto nuovi sviluppi, nuove linee artistiche. Maggiore spessore sia alle musiche che ai testi caratterizzano questo lavoro che conferma ulteriormente la già ben solida fama di grande rock band, nonché di live band di enorme impatto. Il tour che segue alla pubblicazione di "Paradisi Per Illusi" e' ovviamente lunghissimo e di grande successo e percorre tutta l'Italia, non disdegnando alcune puntate all’estero: i Negrita suonano in Francia, Svizzera e Belgio. Ad Istanbul, in Turchia, i NEGRITA rappresentano l'Italia al "Festival Del Rock Europeo".

1996: inizia la lavorazione di un nuovo album, concepito in una casa colonica in toscana, ma realizzato durante l’estate a New Orleans, U.S.A., presso il Kingsway Studio di Daniel Lanois (il disco sarà poi missato e masterizzato a Los Angeles).

1997: “XXX” è il titolo del successivo nuovo album dei NEGRITA, che segna una tappa importante nella loro carriera, una decisa maturazione nello stile musicale e nei messaggi che riporta la band aretina alle proprie radici e al tempo stesso ad una purezza melodica che pochi in Italia (specialmente nel panorama rock) possono vantare. L’album, che contiene alcuni brani poi divenuti veri e propri cavalli di battaglia del gruppo (“Sex”, “A modo mio”, “Ho imparato a sognare”), raggiungerà le sessantamila copie vendute, grazie anche alla consueta fortunata tournè. L’ultimo singolo tratto da “XXX”, “Ho imparato a sognare”, verrà inserito da Aldo, Giovanni e Giacomo nella colonna sonora del loro film d’esordio “Tre uomini e una gamba”.

1998: Prosegue la collaborazione con Aldo, Giovanni e Giacomo: i NEGRITA realizzano questa volta l’intera colonna sonora del film “Cosi è la vita” e lavorano al nuovo album (il quarto della carriera), intitolato “RESET”.

1999: il 28 gennaio esce RESET. Oltre a “Mama Maé”, brano già lanciato dal film “Così è la vita” e premiato da un massiccio airplay radiofonico, dall’album verranno estratti altri 2 singoli, “Hollywood” e “In ogni atomo”. Un tour capillare di una sessantina di date consente al gruppo di presentare le nuove canzoni in giro per l’Italia RESET schizza direttamente al 3° posto della classifica degli album più venduti, oltrepassa le centomila copie (DISCO DI PLATINO), diventando il loro best-seller di sempre. Il tour si chiude ufficialmente il 19 settembre, ma ci sarà ancora tempo per un’ultima data, la notte di Capodanno. Intanto, il 26 novembre il singolo “Hollywood” viene pubblicato in una confezione speciale, accompagnato da tre estratti live del “Reset tour”: “Sex”, “Transalcolico” e “Ho imparato a sognare”. Alla vigilia dell'uscita del singolo arriva anche la nomination all' EUROPEAN MTV AWARDS, come miglior artista italiano.

2000: L'anno inizia alla grande per i Negrita: a febbraio, in occasione della 5° edizione del Premio Italiano della Musica (PIM), ottengono nomination in tutte le categorie (miglior canzone "Mama Maè"; miglior disco "RESET"; rivelazione dell'anno; tour dell'anno "RESET Tour"; video dell'anno "In Ogni Atomo"). Mentre iniziano a lavorare al nuovo materiale, meditano già di tornare in sala di registrazione: nel frattempo i Negrita chiudono l’edizione 2000 di Arezzo Wave, il 9 luglio, con un’esibizione molto particolare, intitolata “Live in Alcatraz”, che li vede realizzare uno show ricco di proiezioni in collaborazione con gli autori del programma radiofonico/televisivo “Alcatraz” di Diego Cugia e nella stessa occasione vengono scelti come testimonial della campagna Sdebitarsi/Jubilee 2000 per la cancellazione del debito. L’inaugurazione ufficiale dell’entrata in studio – l’Hollywood Garage di Capolona (AR) - è il 22 maggio 2000, a notte fonda.

2001: le registrazioni dell’album si protraggono per tutta la primavera, mentre in estate arriva il tempo per i missaggi delle nuove canzoni. L’album RADIO ZOMBIE, preceduto dalla pubblicazione del primo singolo, “Bambole”, esce il 19 ottobre 2001 e viene presentato alla stampa con un concerto-showcase al Rolling Stone di Milano.

2002: l’album RADIO ZOMBIE frutta altri due singoli di grande successo, “Non ci guarderemo indietro mai” e “Vertigine”, entrambi sostenuti da due videoclip molto suggestivi. La band porta RADIO ZOMBIE in tour per tutto il 2002, collezionando oltre 200.000 presenze, mentre alla fine dell’anno torna a lavorare in studio su nuovi brani.

2003: si confermano espressione musicale alternativa al Festival di Sanremo 2003 con il brano “Tonight”. Il passaggio sanremese è anche l’occasione per presentare “EHI! NEGRITA”, il meglio del loro repertorio in 19 brani, arricchito da tre inediti e disponibile anche in un’edizione a tiratura limitata con allegato un DVD di 37 minuti contenente brani live, videoclip e indiscrezioni dal backstage, estratto dalla versione integrale intitolata “Viaggio stereo” (110 min., in uscita ad aprile) e contenente, tra l’altro, un concerto della band e il videoclip del singolo “My Way”.

La band è in tour da aprile fino a gennaio 2004 e, nel momento di maggior successo, decide di portare il proprio show in spazi alternativi (nei centri sociali di Milano e Roma) e al prezzo contenuto di 5 euro.L’anno appena trascorso si rivela x i Negrita ricco di grandi soddisfazioni e successi: l’album , ha ottenuto il DISCO D’ORO: oltre 60.000 copie vendute. L’hit single Magnolia, dopo mesi di top twenty, ha raggiunto in settembre la Top Ten dei pezzi più trasmessi in radio, mentre il relativo videoclip è salito all’ottavo posto nella classifica di MTV “Day Time” e al secondo posto assoluto tra quelli italiani. Infine ancora riconoscimenti, le nominations come miglior artista italiano all’MTV Europe Music Awards e agli IMA, gli Italian Music Awards. Partiti dal circuito rock italiano all’inizio degli anni ’90, i Negrita approdano alla ribalta del Festival dopo un “viaggio stereo” – come amano definirlo loro – durato più di 10 anni, nel corso dei quali il gruppo ha riscritto le regole del rock in italiano, portandolo al punto di contatto più vicino con le grandi realtà internazionali, e mescolandolo alle tentazioni elettroniche che proprio sulla scena estera andavano lentamente affermandosi. La musica dei Negrita tiene conto della lezione dei grandi gruppi che hanno fatto la storia del rock, ma guarda con curiosità alla musica che è specchio dei tempi, alla contaminazione del rock con l’elettronica - e con la dance – così come proposta e interpretata oggi. Il 2003 è segnato da un altro evento importante: Zama, lo storico batterista, lascia il gruppo per stare vicino alla famiglia e seguirne gli interessi. Una rinuncia sofferta da parte di tutti. Andrà a sostituirlo, per il tour già iniziato, Paolo “El Nino” Valli.

2004: terminato il tour in Sudamerica, tenuto nel mese di Aprile, il gruppo lavora al nuovo album.

2005: il 28 gennaio esce nei negozi “L’UOMO SOGNA DI VOLARE”, il nuovo lavoro dei Negrita, risultato di un progetto/viaggio fisico e dell’anima nato per caso da una mini tournèe sud americana e condiviso da tutti i componenti del gruppo, da un regista, un fotografo e ovviamente il produttore artistico storico Fabrizio Barbacci. Una serie di date fra Cile, Argentina, Uruguay e Brasile con bagagli leggeri pensati, piuttosto, per esser riempiti lungo il percorso. Nasce in questo modo il nuovo album dei Negrita, realizzato tra Arezzo, Rio de Janeiro, Salvador de Bahia e la Spagna di Motril e Figueres, tra aprile e dicembre 2004, incontrando e coinvolgendo professionisti, persone comuni, musicisti e artisti di altri paesi. La contaminazione dei suoni è evidente, si passa dal funk e blues violenti, arricchiti dalle percusioni brasiliane di Peu Meurray e Boghan Costa in Sale, alle sonorità elettro-reggae di Mother, dalla solarità, con echi alla Manu Chao di Rotolando verso sud all’istinto punk de Il mio veleno, dall’ l’influenza dei Beatles su Tutto bene cantata da Drigo, alle forti influenze latino/argentine di Alzati Teresa, per non parlare delle sonorità folk popolari, delle chitarre dagli accenti balcanici (Cesare ha origini croate)e delle influenze sicule e giamaicane su Il Branco. Preceduto dal singolo inedito ‘Sale’, reso disponibile solo in dowloading nei più importanti negozi on-line già dal 17 dicembre ’04. In febbraio è la volta di Greta, primo vero singolo in uscita del nuovo album, seguito, come Sale, da un video girato interamente in sud America, ma sarà “ROTOLANDO VERSO SUD” a decretare il successo del nuovo lavoro della band; in radio dal mese di aprile, raggiungerà presto il 3° posto dei brani più ascoltati.

2005 un anno di successi per i Negrita:

Luglio: partecipano al LIVE 8 al Circo Massimo di Roma x la cancellazione del debito.

Agosto: ricevono il DISCO D’ORO per “L’UOMO SOGNA DI VOLARE”.

Ottobre: ottengono la nomination per "Best Italian Act" MTV Europe Music Awards 2005, esce nei negozi "La fantastica storia del Pifferaio Magico", il nuovo album di Edoardo Bennato all’interno del quale i Negrita reinterpretano con successo il brano “E' arrivato un bastimento”.

Novembre: iTunes e i Negrita sono promotori di una iniziativa innovativa per il mondo della musica digitale; la band regala centinaia di “iTunes collector’s card” per scaricare gratuitamente dal negozio iTunes, il brano inedito L’Uomo Sogna Di Volare (Corazon Tradicional).

PVI: "Rotolando verso sud" dei Negrita vince l’edizione ’05 del premio videoclip italiano.

Novembre: arriva il DISCO DI PLATINO per L’UOMO SOGNA DI VOLARE.

Dicembre: “IL CUORE SI SCIOGLIE”, i Negrita aderiscono ad una campagna di sensibilizzazione per promuovere l’adozione a distanza e partecipano anche al concerto contro la pena di morte.

Dicembre: Band’hit –Artisti per Alcamo- un concerto con altri 50 artisti per promuovere la cultura.

L’anno termina con quasi 100mila copie vendute, album in classifica per ben 31 settimane e 23 settimane nelle charts con il singolo “Rotolando verso sud”, 3° brano più trasmesso in radio nel 2005.

2006: “L’UOMO SOGNA DI VOLARE TOUR” termina in gennaio dopo ben 70 date.

I Negrita continuano a legare la propria immagine anche ad eventi dallo sfondo sociale/umanitario; il brano “Sale” è tra le 10 canzoni in gara per il Premio Amnesty Italia per celebrare la canzone che meglio ha affrontato i temi legati al messaggio di Amnesty International.

Pau e Cesare partecipano al progetto REZOPHONIC http://www.rezophonic.com/ e http://www.amref.it/, un cd il cui ricavato delle vendite sarà devoluto per la costruzione di 70 pozzi d'acqua in Africa, tanti quanti gli artisti intervenuti.

Marzo ’06 esce “Chi vuol salvare il mondo?” libro Edito da Editori Riuniti, tra gli interventi anche quello di Pau, un messaggio indirizzato alle nuove generazioni.

Una nuova tournèe estiva con più di 30 date sta per cominciare.

A Novembre dello stesso anno escono simultaneamente il Libro “Verso Sud - Viaggio alla ricerca del battito perfetto”, il primo libro ufficiale dedicato ai Negrita, un grande “on the road sudamericano” dove pagina dopo pagina, giorno dopo giorno, parole e immagini seguono l’itinerario della band in Argentina, Uruguay, Cile e Brasile come in un diario e il doppio DVD “Verso Sud”, il film documentario con il making of dell’album “L’Uomo Sogna di Volare”, i videoclip realizzati e il concerto registrato per MTV Live durante il tour.

Oltre alla partecipazione a Rezophonic, i Negrita sono testimonial, attraverso Pau, del progetto idrico di Icio de Romedis www.musioka.it per la realizzazione di pozzi in Kenia e in Brasile attraverso Cesare del progetto di costruzione di cisterne d'acqua nella regione del semi arido brasiliano, realizzato dall'organizzazione non governativa Ucodep e finanziato da Coop Italia http://millenniumcampaign.it.

2007: E’ l’anno in cui iniziano a lavorare sul nuovo album, con registrazioni a Buenos Aires (maggio 2007) e in Toscana, la cui uscita è prevista per il 31 ottobre 2008. In ottobre partono per una tournèe in Spagna, a fianco della band argentina Bersuit Vergarabat, riscuotendo un grande successo di pubblico. Il 2007 è anche l’anno di nuovi progetti come Zona Bastarda (Dj Set di Pau e Mac) e di Rock Notes (recital tratto dal libro di Drigo, con Francesco Botti voce recitante, e Drigo alla chitarra).

2008: Esce il nuovo album dei Negrita, un nuovo lavoro che promette molte conferme e straordinarie sorprese: “HELLdorado, registrato tra Buenos Aires e la Toscana Esso è anticipato a settembre dal singolo “Che Rumore fa la Felicità?” disponibile in anteprima streaming su www.negrita.com e in vendita digitale su iTunes. HELLdorado (uscita il 31 ottobre) punta ancora più in alto con esplorazioni sonore e linguistiche a 360°. Africa, LatinoAmerica, Jamaica, Spagna, vanno a definire il vasto universo musicale dei Negrita degli ultimi anni, il tutto mezclato ad una rock’n’roll attitude sempre più rara sia in Italia che fuori. Un album dal dna e dalle mire internazionali che si esprime in Italiano, Inglese, Spagnolo, Francese, Portoghese e non solo... ritmi incessanti, colori imprevedibili, sonorità ruvide o morbidamente accoglienti a seconda della porta che si aprirà durante l’ascolto. Prodotto da Fabrizio Barbacci, con alla batteria Cris Dalla Pellegrina e alle percussioni il brasiliano Itaiata De Sa, si arricchisce anche di tanti special guest tra cui: Roy Paci e gli argentini Bersuit e La Zurda. HELLdorado come l’Occidente che viviamo, come la gioia e come il dolore in uno status costante di eterne contraddizioni.

Info: 0773414521 / 0773472501 / 0773664946.

martedì 23 giugno 2009

Anzio: Nasce la sezione locale dell'UNSI.


L’U.N.S.I. è l’unica Associazione di categoria, titolata a rappresentare tutti i Sottufficiali sia in ambito Assoarma sia in ambito Europeo in quanto membro effettivo A.E.S.O.R., infatti il nostro Sodalizio è l'unico a far parte dell'AESOR (Associazione Europea Sottufficiali della Riserva), e quindi titolato a rappresentare i Sottufficiali Italiani in Europa. Può essere consultato sul sito internet www.esercito.difesa.it ed è dotato di un proprio sito internet www.unsi.it e pubblica mensilmente un proprio periodico d’informazione, “Sentiero Tricolore”. Le finalità dell’Unione sono: quello di riunire i Sottufficiali di tutte le Forze Armate (EI, AM, MM) e Corpi Armati dello Stato (Carabinieri, Finanza, Polizia di Stato, Agenti di Custodia, Forestale di Stato), sotto un unico stemma, quello raffigurato nel nostro logo ed è riconosciuto a livello Europeo.

Persegue, fra altre, le seguenti finalità:

a) culto dell'amor patrio;

b) tutela degli interessi della categoria;

c) collaborazione con tutte le Associazioni Combattentistiche e d'Arma;
d) studio della storia patria e, in essa, dell'apporto dei Sottufficiali;
e) favorisce, fra i propri iscritti, l'iscrizione ad Associazioni di volontariato;
f) favorisce, in campo internazionale, una relazione con le similari Associazioni di Sottufficiali con scambi di visite bilaterali;

d) svolge attività promozionale sociale e culturale e collabora con tutte le iniziative atte a promuovere positivi contatti con le comunità locali ed a sostegno della collettività;

e) Organizza incontri con altre associazioni a livello locale che nazionale e non può mancare visite guidate e tematiche presso i reparti di tutte le FF.AA. e Forze dell’Ordine, al fine di mantenere un legame con le nuove tecnologie e le nuove realtà operative;

f) partecipa con i propri associati a competizioni sportive e gare militari in Italia e all’estero.

Infine, all’interno della stessa, a livello locale, organizza consulenze legali, consulenza amministrativa e fiscale sia per personale in servizio che in quiescenza e per i loro familiari, ed organizza anche un componente di protezione sociale (con minibar, una piccola biblioteca con sala lettura (fornita di quotidiani, giornali periodici e settimanali), organizzerà gite culturali e turistiche, convenzioni d’ogni genere, serate danzanti, convegni che saranno anche aperti sia ai giovani sia ai cittadini di Anzio/Nettuno, corsi su varie aree tematiche e tornei di vari generi). In conclusione, si evidenzia che i locali rimarranno aperti tutti i giorni per dar vita al supporto di Protezione sociale suddetta. Inoltre, alla suddetta Unione possono aderire anche il personale volontario in servizio permanente o grado equipollente, già autorizzati dal Presidente Nazionale, perché il citato ruolo è ancora privo di una sua associazione rappresentativa. Hai fini sociali nel territorio di Anzio e Nettuno, sarà creata una componente preposta al servizio dei giovani e dei cittadini come per esempio, organizzare “Giornate informative nelle scuole, Giornate informative nei centri anziani, uno sportello per le vittime della criminalità, sostegno psicologico alle vittime e consulenza giuridica”, vista la professionalità e la specificità acquisita dagli operatori delle FF.AA. e Forze dell’Ordine. Cosa aspetti, aderisci anche TU, hai la possibilità, di ampliare e migliorare le tue conoscenze sulle altre realtà, e di partecipare attivamente a quanto è fatto, in questo particolare settore dell’U.N.S.I. sul territorio di Anzio e Nettuno ed a livello nazionale. Per iscrizioni ed informazioni rivolgersi a: Unione Nazionale Sottufficiali Italiani, Corso Italia 2/A, Anzio. Infoline: 3281695142. E-mail: anzio_nettuno@unsi.it - filippo.tettoia@libero.it

lunedì 22 giugno 2009

Anzio: La festa del Sacro Cuore.












Anzio ha festeggiato il Sacro Cuore di Gesù dal 15 al 21 giugno con una serie di celebrazioni eucaristiche, incontri ed attività ludiche. Nella settimana dedicata al Sacro Cuore la Parrocchia di Via Tripoli ha incontrato i genitori con i bambini del catechismo ed i ragazzi dell’oratorio degustando un buon gelato, in seguito c’è stato l’incontro con le famiglie che hanno battezzato i loro bimbi ed un brindisi finale. Venerdì 19 giugno, la festa liturgica con la solenne concelebrazione insieme alla comunità parrocchiale; il sabato la solenne processione per le vie del quartiere con la presenza anche di don Vito e don Domenico, oltre che del sindaco Bruschini e delle autorità civiche e militari. Gli “altarini”, i fuochi pirotecnici, la banda musicale “Città di Anzio”, le confraternite di Sant’Antonio abate, di San Giovanni Battista di Campoleone, di San Luigi Orione, del Sacro Cuore, i numerosi fedeli hanno dato un sapore speciale a questa manifestazione di fede. Nel fine settimana hanno funzionato anche gli stand gastronomici con le specialità della cucina anziate ed uno stand per la solidarietà a favore dei bambini di Abobo e, divertimento per tutti i presenti. Il ringraziamento di don Salvatore è stato totale verso tutti quelli che si sono prodigati per l’ottima riuscita dei festeggiamenti, ricordando che la porta della parrocchia di Via Tripoli è sempre aperta a tutti.

ATTONI, GIACOPONI, CORTEGIANO E BOSCO LASCIANO LA DESTRA ED ANNUNCIANO UN NUOVO MOVIMENTO CITTADINO.


Venerdì 19 giugno, presso la Sala delle Conchiglie di Villa Adele, i Consiglieri Comunali di Anzio Sebastiano Attoni e Roberto Giacoponi, unitamente ad Alessio Cortegiano e Simone Bosco, hanno argomentato le motivazioni che li hanno spinti a dimettersi da La Destra di Storace.Non ci riconosciamo più nella fallimentare strategia politica de La Destra e ci dichiariamo indipendenti, in attesa di confrontarsi con la nostra base elettorale per definire un nuovo progetto politico, un movimento cittadino trasversale rivolto al rilancio del territorio". Attoni spiega: "A livello nazionale si sono fatte scelte poco condivisibili ed i risultati non sono arrivati proprio perché non c’era un progetto serio. Noi vogliamo tornare nelle piazze, risollevarle se necessario, vogliamo tornare a girare con i megafoni, ai volantini col ciclostile. Vogliamo fare della partecipazione e dell'attenzione al sociale le basi di un grande impegno civico e popolare. Per questo abbiamo deciso di lanciare un Movimento Cittadino che sia fuori dagli schieramenti nazionali, trasversale ed alternativo. In comune resteremo all’opposizione, contro Bruschini, ma anche contro Tulli. Saremo pronti a sposare progetti condivisi, senza pregiudizi di alcun tipo. Vogliamo inoltre creare gruppi consiliari omogenei con Nettuno, perché gli interessi del litorale sud sono comuni, specie per ciò che riguarda l’Area metropolitana, Acqualatina, la Turbogas, l’impianto di Borgo Montello e tanti altri. Noi non abbiamo mai avuto e non avremo la pretesa di risolvere da soli i problemi, ma di intervenire sui problemi e metterli in primo piano si. E una delle questioni prioritarie che vogliamo affrontare è l’etica. I nostri elettori devono essere sereni, abbiamo intenzione di fare una grande iniziativa per creare un movimento che saprà difendere il voto dato. Fuori dalle bandiere e degli schieramenti. Io provengo dall'associazionismo - afferma Simone Bosco - ed ho una visione sentimentale della politica, mentre ormai si ricerca solo la gestione del potere. Ai partiti non interessano gli iscritti, le tessere e nemmeno l’impegno dei suoi militanti. Considerato che La Destra non ha mai rischiato di osare, divenendo nel tempo la brutta copia di Alleanza Nazionale, abbiamo deciso di creare un movimento nuovo, tutto nostro, alternativo e coerente, che sappia coniugare l’aspetto istituzionale con il movimentismo e che faccia ritornare protagonisti tutti i simpatizzanti. Siamo un bel gruppo umano, composto non da funzionari di partito, ma da tanti giovani convinti. Ci siamo dati delle scadenze, presto nascerà il movimento e vedrete la differenza”. Roberto Giacoponi ha voluto invece ricordare il buon lavoro svolto dai due consiglieri di minoranza, come l'istituzione della consulta giovanile e la pista di skate ed ha voluto inoltre ribadire la sua fedeltà a Sebastiano Attoni, fedeltà che qualcuno aveva recentemente, e più volte, messo in discussione. A Nettuno li aspetta Rodolfo Turano, consigliere comunale de “l'altra faccia della politica” (movimento politico guidato dal consigliere regionale Fabrizio Cirilli), che da tempo predica l'esigenza di fondare un movimento cittadino, legalitario e indipendente. Un soggetto pensante ed agente del percorso politico cittadino e che non sia oggetto di volontà politiche estranee alle forze presenti sul territorio. In questo auspica che in breve si possa finalmente formare quel forte soggetto politico che dia la spinta a quella rivoluzione culturale necessaria per il territorio affinché ci si possa scrollare da vecchie signorie e divenire attori protagonisti del nostro futuro, perché vogliamo essere padroni a casa nostra. Info: 3386146460.

sabato 20 giugno 2009

Anzio: III edizione Trofeo "Fattoria Cannuccia".

La 3° EDIZIONE DEL TROFEO FATTORIA CANNUCCIA vede, ancora una volta, quale sponsor ufficiale, la Famiglia Romano proprietaria della Fattoria Cannuccia, che si avvale della collaborazione ed impegno dell’associazione difesa consumatori utenti ROBIN – HOOD di Anzio. I medesimi, sull’onda del successo delle precedenti edizioni hanno deciso di presentare l’iniziativa della terza edizione con più novità ed ambizioni e con il lustro Patrocinio del Comune di Anzio finalizzandola alla solidarietà sociale. I quartieri di Miglioramento/Pocacqua e Cioccati di Anzio e l’intera città neroniana, vivranno una giornata interamente dedicata all’automobilismo d’epoca, poiché saranno esposte diverse vetture in gara, tra le quali la FIAT Balilla di Al Capone e cinque auto d’epoca e storiche della Polizia di Stato e dei Carabinieri. E’ intenzione degli organizzatori, invitare anche mezzi di tutti gli enti, privati e club rinnovati, realizzando una mostra storica e ricevere, durante l’arco della giornata, la benedizione da parte del Cappellano militare Don Raimondo Salvaggio, e far tornare un sorriso ad una delegazione di ospiti della Casa Famiglia “Villa Bona” ed ai bambini diversamente abili. Il ristorante “Boccuccia” offrirà il pranzo agli invitati che potranno usufruire anche del sosta break offerta dall’Hotel Lido Garda. Nel pomeriggio, con le auto d’epoca in esposizione, seguirà uno spettacolo di animazione e giochi di magia per i più piccoli, con karaoke mentre per le persone diversamente abili seguirà una manifestazione, non competitiva, di abilità e tecnica, valida per il trofeo interregionale “Motori e Passioni”. L’evento farà da prologo in occasione della Processione della MADONNA DEL CARMELO, che si terrà il giorno 18 luglio, ad Anzio, in località Miglioramento/Pocacqua.

PROGRAMMA 12 LUGLIO 2009:

Ore 08:30 Inizio iscrizioni e raduno con colazione presso il piazzale del distributore di carburante IP di Via Nettunense Km 34,750;

Ore 10.30 Partenza del giro turistico percorso Anzio centro, (sosta–Break presso l’Hotel ristorante Lido Garda a Colonia) - proseguimento per Lavinio Lido, Lavinio Stazione, (Via Goldoni), Padiglione, Cioccati e Miglioramento – Pocacqua;

Ore 12.00 Benedizione del parroco del quartiere di Miglioramento - Pocacqua alle auto d’epoca ed ai partecipanti;

Ore 12.30 Aperitivo offerto dal Titolare del distributore di carburante IP;

Ore 13.10 Pranzo presso il rinomato ristorante BOCCUCCIA di Lavinio Stazione, in Via Giove 1;

Ore 15.30 Ripresa dell’esposizione al punto del raduno delle autovetture d’epoca

;Ore 17.00 Animazione e giochi di magia per i bambini con distribuzione di palloncini a forme di sculture artistiche;

Ore 18.00 Manifestazione di abilità e tecnica valida per il trofeo interregionale “Motori e Passioni;

Ore 19.30 Premiazione e saluti dalle Autorità e congedo dai partecipanti presso la sala parrocchiale Beata Maria Vergine del Monte Carmelo in località Miglioramento – Pocacqua.

PER INFORMAZIONI e PRENOTAZIONI: sgeracitano@tele2.it - 3924835889 – 3928264293 – 3490616887.