venerdì 30 dicembre 2011

Anzio: Campagne di prevenzione medica 2012.

Il Comitato per la lotta contro il Cancro di Anzio e Nettuno comunica l’avvio, nel nuovo anno, di quattro importanti campagne gratuite per la prevenzione medica delle quali potranno usufruire gratuitamente i cittadini del territorio. In particolare le quattro campagne prevedono:
-         Esame per la prevenzione del melanoma della pelle con le visite gratuite del dottor Salvatori nei giorni di martedì e giovedì, dal 16 gennaio 2012 al 15 marzo 2012, presso l’ambulatorio dermatologico a Nettuno. Per prenotazioni telefonare il lunedì, dalle ore 10.00 alle ore 12.00, al 3318024197.

-         Screening ecografico aorta addominale eseguito dal dottor Ofria nei mesi di febbraio e marzo 2012 presso l’Ospedale Riuniti Anzio/Nettuno. Le prenotazioni, riservate a cittadini “over 50”, possono essere effettuate il martedì ed il giovedì, dalle ore 10.00 alle ore 12.00, al 3318024197.

-         Screening ecografico aorta ascendente e arco aortico eseguito dal dottor Castellari presso l’Ospedale di Villa Albani di Anzio nei mesi di febbraio e marzo 2012. Le prenotazioni sono riservate agli “over 50” e si possono effettuare telefonando al 3459818902 nei giorni di martedì e giovedì dalle ore 10.00 alle ore 12.00.

-         Esame della spirometria eseguito dal dottor Montone (Pneumologo) presso l’Ospedale di Villa Albani di Anzio nei mesi di febbraio e marzo 2012. Le prenotazioni sono riservate solo a persone “over 50” e si possono effettuare telefonando al 3459818902 nei giorni di lunedì e mercoledì dalle ore 10.00 alle ore 12.00.

“Ringrazio il Comitato per la lotta contro il Cancro di Anzio e Nettuno, il dottor Salvatori, il dottor Ofria, il dottor Castellari ed il dottor Montone  – dice il sindaco di Anzio, Luciano Bruschini –  per queste nuove importanti campagne di prevenzione medica fondamentali per  curare, preventivamente, patologie che potrebbero recare serie problematiche alla salute dei cittadini”.

mercoledì 28 dicembre 2011

Anzio: La Befana della solidarietà a Lavinio Stazione.


L'A.S.D. Indomita Anzio, con la partecipazione straordinaria del G.S.D. Falasche, del Lele Nettuno e dell'A.S.D. Cedial Lido dei Pini, è lieta di invitare amici e simpatizzanti all'evento benefico "La Befana della Solidarietà", che si terrà il giorno venerdì 6 gennaio 2012 presso il Centro Ponte Ponente di Lavinio Stazione, dalle ore 16.00. L'evento avrà lo scopo comune di raccogliere fondi che saranno devoluti al Centro Ponte Ponente, un centro impegnato nell'integrazione di ragazzi differentemente abili e luogo d’aggregazione rivolto a tutte le fasce di età, dove stare bene e poter mettere in pratica idee, progetti, iniziative frutto della propria volontà. Ospite della serata sarà Federico Villa (venticinquenne atleta paraolimpico di handbike) che presenterà il libro ''Fortissimamente'', un libro fotografico che racconta la vita, gli allenamenti e le gare di quattro atleti disabili: Zanardi, Podestà, Fenocchio e dello stesso Villa. Quattro campioni, spinti da un’incredibile passione verso l'appuntamento Olimpico di Londra 2012. Il prezzo della cena sarà di 15 € a persona, compreso biglietto della lotteria, che vedrà come premio un orologio della Locman del valore di 450 €. Per informazioni è possibile consultare la pagina "A.S.D. Indomita Anzio" su Facebook o contattare il presidente Alessio Cortegiano al n. 3285440733.

IL PROGRAMMA:
Presso il Centro Ponte Ponente
Via dell'Acquario n. 3
Lavinio Stazione
  • Ore 16.00: Sorteggio Quadrangolare;
  • Ore 16.15: Inizio gare tra A.S.D. Indomita - G.S.D. Falasche - A.S.D. Lele Nettuno - A.S.D. Cedial Lido dei Pini;
  • Ore 19.00: Premiazione;
  • Ore 20.00: Cena solidale presso il Centro Ponte Ponente;
  • Ore 21.00: Presentazione del libro "Fortissimamente" con la presenza di Federico Villa;
  • Ore 22.30: Estrazione lotteria.
Info: 3386146460 - valerio.scalia@yahoo.it

sabato 17 dicembre 2011

Premiato Angelo Graziosi dell'omonimo bar di Anzio.

Il Angelo Graziosi, titolare dello storico Bar Pasticceria “Dei Graziosi” di Anzio, ha ricevuto il prestigioso “Premio Maestro del Lavoro e dell’Economia”, durante la cerimonia di premiazione, svoltasi il giorno 4 dicembre 2011 presso la Sala Petrassi dell'Auditorium Parco della Musica  di Roma. Il riconoscimento consiste in una medaglia d’oro del conio camerale con relativo diploma. Gli imprenditori premiati in questa edizione sono 50, appartenenti a tutti i settori produttivi. L'iniziativa è promossa dalla Camera di Commercio di Roma ed ha come obiettivo quello di dare un riconoscimento ufficiale a chi contribuisce, con impegno costante, allo sviluppo del territorio. L’evento è stato presentato dall’attrice Ramona Badescu, con la partecipazione del comico di Max Giusti.

giovedì 15 dicembre 2011

Anzio: Introspezioni classiche, 22/12/11.

Giovedì 22 dicembre, dalle ore 16.00 alle ore 19.00 presso il Museo Civico Archeologico di Anzio avrà luogo l’inaugurazione della mostra personale del M. Paolo Garau Introspezioni classiche. L’esposizione è promossa dal Museo Civico Archeologico, che la ospiterà presso le sue sale in una viva interazione con le opere d’arte classica ivi contenute. «Il significato della creazione artistica proposta da Paolo Garau s’addensa nella metafora dell’introspezione intesa come apertura-vivisezione dell’esterno per far emergere l’interno, in una prassi dialettica potente e significativamente esistenziale. Nella scomposizione, che non è mai una decomposizione, funzionale ed essenziale si ravvisa sempre la ponderata ricerca dell’equilibrio plastico (fisico e metafisico). La mostra Introspezioni classiche, che è a cura del professor Angelo Fàvaro, vuole indurre il pubblico fruitore ad interrogativi cogenti sullo spazio e sulla forma. Si possono definire classiche le introspezioni proposte da Paolo Garau in quanto è dalla classicità che prende le mosse la ricerca dell’equilibrio (esistenziale e fisico), per giungere in modi differenti fino ai nostri giorni. Nel corso dell’inaugurazione vi sarà la performance musicale Memoària di Maurizio Masullo e Luca Pietrosanti. Da segnalare, per l’importanza e la pregnanza rispetto al tema della mostra, nel corso della serata, anche la performance recitativa dell’attore Roberto Santi, che eseguirà brani tratti da Animula, vagula, blandula: Adriano – l’Uomo, elaborazione di Flavio Marigliani da Memorie di Adriano di Marguerite Yourcenar.» (Angelo Fàvaro). La mostra sarà aperta dal 22 dicembre 2011 al 7 gennaio 2012 - ore 10.30-12.30 e 16.00-18.00. Vogliate cortesemente inviare eventuali risposte a museoarcheologico@comune.anzio.roma.it e, in copia, a museo.segreteriaorganizzativa@comune.anzio.roma.it

ANZIO: INCONTRO SULLA MANOVRA MONTI, 19/12/11

Uno dei temi principali delle riforme che il Governo Monti si accinge a varare riguarda la liberalizzazione del sistema Italia, cioè di quella serie di pastoie burocratiche e autorizzative che appesantiscono le attività produttive e la possibilità da parte dei cittadini di usufruire in tempi brevi e in maniera efficace dei servizi pubblici e sociali che lo Stato e le Pubbliche Amministrazioni sono tenute a fornire in cambio delle tasse e delle imposte  vengono pagate. I Decreti Bersani e le relative conversioni in legge n. 248/06 e n. 40/07 hanno realizzato in alcuni settori importanti novità, di cui citiamo le principali:
· la liberalizzazione della produzione del pane,
· la modifica unilaterale delle condizioni contrattuali delle banche,
· la nascita della figura dell' agente plurimandatario in campo assicurativo,
· la liberalizzazione dei pubblici esercizi,
· la vendita dei farmaci da banco e di automedicazione presso gli esercizi commerciali e le parafarmacie con la presenza obbligatoria del farmacista,
· la possibilità di non ricorrere al notaio per la costituzione di ipoteca su auto, motorini, barche ed altri beni mobili registrati,
· uno stop al peggioramento immotivato del bonus-malus per le assicurazioni RC Auto,
· la liberalizzazione dell" accesso all’ attività imprenditoriale,
· una serie importanti divieti per gli operatori telefonici per favorire la concorrenza e la trasparenza delle tariffe,
· chiarezza nella pubblicità delle tariffe aeree, indicazioni chiare sulla scadenza degli alimenti, e la liberalizzazione dei mutui bancari,
· precedentemente abbiamo avuto importanti innovazioni e modifiche nel mercato della comunicazione e della distribuzione e vendita dei prodotti energetici, quali il gas, l’elettricità e l’ acqua, che tuttavia hanno spesso creato più difficoltà di quante abbiano promesso di risolverne.
Di tutto questo si parlerà lunedì 19 dicembre, alle ore 17.30, presso lo Sportello Sociale del Consumatore del Comune di Anzio in Largo Venezia, 18 località Colonia. COSA CHIEDIAMO ORA AL GOVERNO MONTI PER COMPLETARE EFFICACEMENTE LA MODERNIZZAZIONE DEL NOSTRO PAESE? DISCUTIAMONE INSIEME.

Anzio: Nerone. Un giusto processo, 17/12/11.

Nel prestigioso scenario di Villa Sarsina, sede istituzionale del Comune di Anzio, sabato 17 dicembre alle ore 17 sarà presentato il volume storico “Nerone. Un giusto processo” di Gino Polidori (Edizioni Miligraf, 2011). Dopo il saluto del Sindaco di Anzio, gli attori Maurizio Zanchetti e Mariastella Nazzaro, coadiuvati da Monica Burgio, leggeranno alcuni brani del libro, mentre scorreranno le immagini dei protagonisti della Roma antica. A discutere dell'identità contesa di Nerone saranno poi il giornalista RAI Giovan Battista Brunori, il direttore della Federazione regionale Lazio-Umbria-Sardegna della Banche di Credito Cooperativo Paolo Giuseppe Grignaschi e lo storico Armando Finocchi. L'evento è molto atteso anche perché Anzio è la città di Nerone, che qui nacque il 15 dicembre del 37 d.C. con il nome di Lucio Domizio Enobarbo.

L'Autore: un presidente di Banca prestato alla storia
Laureato in Giurisprudenza, Gino Polidori è presidente della Banca di Formello e Trevignano di Credito cooperativo, carica che riveste quasi ininterrottamente dal 1986. All'interno del movimento del credito cooperativo ha ricoperto inoltre numerosi ruoli a livello regionale e nazionale. Lo studio del diritto romano ha portato l'Autore ad interessarsi anche dei personaggi storici e degli scenari della romanità, prima con intense letture ricavate nelle poche ore lasciate libere da incarichi così impegnativi, poi con la scrittura di libri per raccontare quell'impero che non finisce di appassionarci.

Il libro: l'identità contesa di Nerone
In pochi personaggi come Nerone realtà e mito si sono mischiati in tinte così forti: la sua storia è diventata fin da subito leggenda, mentre la sua leggenda sembra avere la veridicità della storia. Polidori ha riletto scrupolosamente le pagine dei grandi storici latini per raccontare la vita dell'Imperatore, dalla giovinezza alla conquista del potere e al tragico epilogo finale. È anche una “biografia sociale”: attraverso le vicende di Nerone conosciamo la vita della città, le strutture dello Stato, i complotti del palazzo tra giochi di potere, amori e avvelenamenti. Per separare finalmente la realtà dalla leggenda, Polidori ha immaginato un vero e proprio processo, in cui davanti ad una Corte giudicante la Difesa e l'Accusa si confrontano senza esclusione di colpi. A prendere la parola sono Svetonio, Seneca, Tacito, Marziale, Cassio Dione, Flavio Giuseppe e il prefetto Burro. I capi d'accusa nei confronti di Nerone sono quattro: l'incendio di Roma e il concorso negli assassinii della madre Agrippina, della moglie Ottavia e del fratellastro Britannico. Confrontando le fonti, dal dibattimento emergono falsità, pettegolezzi e verdetti sorprendenti, come l'assoluta non colpevolezza di Nerone riguardo all'incendio che devastò la città nel luglio del 64.

Lo stile: un modo nuovo di raccontare la storia
È un modo nuovo di raccontare la storia, a metà tra il saggio accademico e il romanzo storico, in cui emergono le emozioni dei personaggi e le loro più intime pieghe interiori. La lettura è avvincente perché lo stile di Polidori si modella attorno al racconto, talvolta con periodi curatissimi e talvolta con fulminanti frasi brevi, tre o quattro parole al massimo, accordandosi ritmicamente all'argomento trattato. Questo tipo di narrazione storica ha portato il primo libro di Polidori, “Insieme a Svetonio negli archivi imperiali”, prima nelle scuole di tutto il Lazio e poi nelle pagine della versione italiana della rivista “History”, il prestigioso periodico dell'editore anglosassone BBC che ha dedicato all'Autore un'importante recensione.

SINISTRA ECOLOGIA E LIBERTA’: “SCONCERTO E PREOCCUPAZIONE” PER GRAVI SITUAZIONI DI CRISI AD ANZIO.


Sinistra Ecologia e Libertà di Anzio esprime sconcerto e viva preoccupazione per le situazioni di crisi che stanno investendo la nostra città. L’istituzione comunale nel suo complesso, sia sul versante politico sia su quello amministrativo, è interessata da gravi criticità, che ne impediscono il corretto funzionamento democratico e pregiudicano lo sviluppo economico cittadino, già pesantemente compromesso dalla recessione nazionale e mondiale. Anzio è in ginocchio da un lato per la crisi politica della Giunta Bruschini, sempre più traballante sotto l’incalzare delle faide interne al centrodestra per la gestione urbanistica ed edilizia del territorio, dall’altro per le vicende emerse dalla richiesta parlamentare di istituzione di una commissione d’accesso in seno al comune per verificare possibili infiltrazioni mafiose. Si tratta di vicende distinte, ma sintomatiche di un forte degrado della vita pubblica cittadina che interessa vari ambiti. Sul piano politico ribadiamo la nostra richiesta di dimissioni del sindaco Bruschini, la cui fallimentare esperienza amministrativa è giunta al capolinea per stessa ammissione di chi fino a ieri lo ha sostenuto, pensiamo al senatore De Angelis o al defenestrato vicesindaco Garzia. In questi ultimi anni il degrado di Anzio si è accresciuto enormemente e alla totale assenza di programmazione politica si è affiancata una poderosa colata di cemento sul territorio, che ha ingigantito i preesistenti quartieri dormitorio del tutto sprovvisti di servizi. Sulle possibili infiltrazioni mafiose all’interno del comune, invece, non possiamo che ricordare che non spetta alla politica stabilirle. Lasciamo questo compito a chi n’è istituzionalmente preposto, magistrati e forze dell’ordine a cui esprimiamo la nostra fiducia e solidarietà. E’ però sicuramente nostro compito vigilare sul corretto funzionamento delle istituzioni e denunciare quei fenomeni di malaffare che rappresentano il brodo di coltura delle mafie. Per questo riteniamo sensata, giusta e opportuna la richiesta d’istituzione della Commissione d’accesso. Sinistra Ecologia e Libertà ritiene che il buon nome di Anzio, della maggioranza onesta dei suoi cittadini e dipendenti comunali, si tuteli assumendo atti coraggiosi e responsabili di denuncia e contrasto del marcio esistente, e non ricorrendo ad atteggiamenti ambigui e omertosi, al limite della correità verso l’illecito.

Anzio: Premio Letterario "Ettore De Franchi", 19/12/11.

Lunedì 19 dicembre, alle ore 17.00, presso la sede dell'Associazione Culturale "Libertà e Azione" in Via dell'Oratorio di Santa Rita n. 6 ad Anzio, il segretario Antonio Giusti consegnerà la II edizione del Premio Letterario "Ettore De Franchi" allo scrittore Pierluigi Felli per il suo romanzo "Quindici Uomini". "Abbiamo deciso di premiare l'opera di Pierluigi Felli - spiega Antonio Giusti - per sottolineare lo spessore creativo di questo autore del nostro territorio, che nel romanzo avventuroso e avvincente "Quindici Uomini", in una narrazione di pirati e di mare a cavallo dei secoli, riesce a far emergere valori patri sempre vivi e attuali. Il premio - continua Giusti - è dedicato alla memoria del grande professore e artista fiumano Ettore De Franchi, portodanzese d'adozione e uomo di cui è giusto ricordare le opere d'arte come la finezza intellettuale, indimenticato nell'impegno profuso nel nostro territorio, in questa seconda edizione è assegnato a Pierluigi Felli, autore di talento acclarato, che attrae il lettore attraverso questa sua opera in un'avventura attraverso i secoli, avente come protagonisti gli Uscocchi, i pirati che imperversavano nel Mar Adriatico". Sarà lo stesso Giusti ad introdurre questo pregevole momento intellettuale, in qualità di Segretario di Libertà a Azione, associazione da anni impegnata in un apostolato culturale attivo e propositivo sul nostro territorio, e che in questa occasione ben esalta uno dei motti fondativi della stessa: "contro il nulla che avanza", che trova piena esplicazione proprio nel premiare quella cultura ancora pura e concreta, fatta degli uomini e dei valori che incarnano nella loro vita come nella loro arte. Per informazioni sull'evento è possibile consultare il sito dell'Associazione www.libertaeazione.org, scrivere all'indirizzo e-mail: libertaeazione@gmail.com oppure interagire con i ragazzi nel gruppo "Libertà e Azione" su Facebook.

LO SCRITTORE: PIERLUIGI FELLI
Pierluigi Felli nasce a Roma, ma ha in Latina la sua città adottiva e la culla della sua evoluzione intellettuale e artistica; un passato come pugile e in marina, avvocato e legionario, è autore tra i più prolifici nel nostro territorio negli ultimi anni. Egli stesso suole dividere i suoi romanzi pubblicati in tre generi: l’”hard-boiled” (“Nella coda il veleno”, “Guarda che luna”, “Narco Corridos” e “Dasvidania bambola”), lo sportivo (“Angels”, “Vendetta ultras”, “Ragazzi di curva”, “La ballata dei Dead Cats” e “L’ultimo swing di Sonny Liston”) e il politico-sociale (“Hotel Guantanamo”, “L’amor teppista”, “Camerata addio”), con sortite sperimentali nella fantascienza (“ Nero Harmony”), nella spy-story (“Caino & Abele”) e nello storico (“Ei non fu”), ma questi solo per citarne alcuni che evidenziano oltremodo la sua scrittura fatta di una ricercatezza, nel lessico e nell'intreccio, chiara e pertinente nella tematica trattata.
IL LIBRO: QUINDICI UOMINI (PULP EDIZIONI)
"Quindici Uomini" è una storia di più storie e di molti uomini, scissa in due parti equamente suggestive ed emozionanti, ambientata dunque in due periodi in secoli distanti fra loro cronologicamente, ma accomunati da quel meraviglioso sfondo a noi carissimo che è il mare, e qui in particolare il Mare Adriatico. La prima parte, epica, riguarda gli Uscocchi in epoca moderna: "uskok" significa "colui che assalta", e il nome ben testimonia in modo diretto e tangibile il carattere bellicoso di questi gruppi di guerrieri; inizialmente famosi proprio per le loro operazioni di feroce guerriglia contro i turchi e poi per essersi dedicati alla pirateria, organizzarono veloci spedizioni di saccheggio sia contro le rotte turche che contro la Repubblica di Venezia. Gli "Uskoci" erano tanto capaci di garantire una feroce fanteria di mare che erano spesso assoldati come mercenari sulle navi da guerra del tardo XVI secolo e prestarono, per esempio, servizio tra le navi della Lega Santa durante la Battaglia di Lepanto. La narrazione dell'autore, anche attraverso l'uso di terminologie da marinaio di cui non sembra essere assolutamente digiuno, si dimostra qui fin da subito interessante e affascinante allo stesso tempo. La seconda parte del romanzo è invece ambientata in quel celeberrimo momento dell'età contemporanea che fu l'impresa di Fiume, in cui Gabriele D'Annunzio inquadrò alcuni dei suoi uomini in veloci unità navali che garantivano rifornimenti ai legionari con azioni di razzia verso il naviglio straniero con audaci incursioni, e che la fine "cultura adriatica", vanto del Vate, battezzò "uscocchi" in ossequio ad una continuità ideale con i romantici corsari d'altri tempi. Felli descrive qui dall'interno l'epopea fiumana anche nella sua vivacità artistica fatta di ricette culinarie e incontri tra mondi differenti, di cui esempio esilarante è quello tra uno dei pirati e Marinetti, ma del quale personaggio principale è Capitan Nebbia, le cui poco eroiche gesta vengono raccontate nel diario di bordo del quartiermastro Scassacarogna, in maniera del tutto originale e coinvolgente.

AUGURIO PER IL NATALE 2011 ED IL NUOVO ANNO 2012.


Una preghiera del tempo d’Avvento ci fa dire: «con la luce del tuo Figlio che viene a visitarci, rischiara le tenebre del nostro cuore». Troviamo qui il senso e la simbologia del Natale. Si tratta, anzitutto, del sopraggiungere di una presenza amica, buona. È la «visita» del Signore! Egli giunge per mettersi accanto a noi. L’invocazione cristiana, infatti, parla di un «cuore» sul quale Gesù pone il suo sguardo. Cosa c’è di più consolante del saperci capiti, prima ancora che riuscissimo ad esprimere le nostre angustie e le nostre domande? Sono di questo tipo gli sguardi di chi vuole bene. Nella preghiera gioca il contrasto fra le tenebre – che accerchiano il cuore – e la luce, che arriva per sconfiggerle. Natale è festa di luce e per questo è pure festa di luci: le accendiamo per le strade e nelle case. Il nostro bisogno di «luce» così diventa quasi palpabile. Se viviamo bene questa festa, non nella dispersione ma nell’intimità; se la viviamo riconoscendo l’amore che Dio ha per noi e che si manifesta nel segno di un Bambino, la speranza riesce davvero ad illuminarci la vita aiutandoci a superare i motivi di sconforto, che pure ci sono. Sento dire che, a Natale, quest’anno si spenderà di meno. Sarà un modo di dire, ormai scontato? Sarà una seccante necessità? Sarà, magari, un bene? Non sarà, forse, davvero una occasione per cominciare a «spendere di più» in relazioni, incontri, prossimità? Una considerazione di questi giorni è che il disinnesco delle tensioni passa attraverso l’arricchimento delle relazioni! È nella qualità della relazione e dell’incontro, che riusciremo a riprendere il respiro. L’incontro di Gesù e fra noi ci permetta di respirare l’aria nuova, di cui sentiamo il bisogno. Il tempo del nuovo anno sia meglio speso in incontri personali e partecipazione comunitaria.
Mons. Marcello Semeraro, vescovo di Albano

venerdì 9 dicembre 2011

Anzio: La Materia della Pittura, 11/12/11-14/1/12.


Domenica 11 dicembre, alle 17.00, presso la Biblioteca Multimediale Comunale “Chris Cappell”, con il Patrocinio dell’Accademia delle Belle Arti di Roma e della Fondazione Christian Cappelluti Onlus, sarà inaugurata la mostra di pittura
Carlo Caroli
La Materia della Pittura
A cura di Barbara Tosi
La mostra prevede l’esposizione di alcune delle opere più importanti del M.Carlo Caroli. Nato a Napoli nel 1920, Caroli si è formato artisticamente a Roma dove la famiglia si era trasferita dal 1933. Nella capitale entra in contatto con Mafai e la Scuola Romana, segnatamente con Stradone, suo conterraneo. Nell’ultimo periodo della sua vita ha scelto di vivere ad Anzio, dove si è spento nel 2008, lasciando un patrimonio artistico di grande valore. Carlo Caroli, pittore espressionista, ha insegnato presso le Accademie delle Belle Arti di Foggia, di Carrara, di Napoli e di Roma. Alcune delle  sue opere sono esposte ai Musei Vaticani e alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma. Nel 1948 e nel 1965 partecipa alla Quadriennale di Roma. Nel 1953, con l’opera “Periferia delle Fornaci”, il M. Caroli vince uno dei Premi Marzotto. Nel corso degli anni espone nelle gallerie d’arte più importanti d’Italia. Nel 1991 la Soprintendenza dell’Aquila gli dedica una mostra antologica nel Castello Spagnolo. Nella pittura di Caroli sono rappresentati i luoghi visitati nel corso dei suoi viaggi: Brasile, Svizzera, Turchia, Spagna. La giornata inaugurale prevede, durante la visita alla mostra, l’accompagnamento musicale del M. Fabio Scozzafava, che eseguirà brani di chitarra classica.
CARLO CAROLI
LA MATERIA DELLA PITTURA
A CURA DI BARBARA TOSI

Biblioteca Multimediale Comunale “Chris Cappell” – Viale Antium 7/a – Anzio
La mostra sarà aperta dal 12 dicembre 2011 al 14 gennaio 2012, nei seguenti orari:
Lunedì: 15.00-18.00
Dal martedì al venerdì: 9.00 – 13.00 / 15.00 – 18.00
Sabato: 9.00 – 12.00
Ingresso Libero
Info: 069877656

venerdì 2 dicembre 2011

Anzio: Sebastiano Attoni (La Destra) è il nuovo Assessore all’edilizia.

Sebastiano Attoni, 45 anni in rappresentanza del partito de “La Destra”, è il nuovo Assessore all’edilizia privata, programmazione degli interventi di edilizia pubblica, bio-edilizia e servizi cimiteriali del Comune di Anzio. Dal prossimo Consiglio Comunale, in sostituzione di Sebastiano Attoni, subentrerà il giovane Simone Bosco che ha confermato la sua piena fiducia nell’Amministrazione Bruschini. “L’ingresso in Giunta de La Destra - dice il Sindaco di Anzio, concordato con i vertici del partito, è il giusto rinascimento al lavoro di questi tre anni e mezzo che ha visto il partito di Storace sostenere lealmente l’Amministrazione, come dimostra il voto positivo rispetto ai Bilanci che abbiamo approvato in Consiglio Comunale. Auguro buon lavoro a Sebastiano Attoni , in un Assessorato nel quale c’è molto da fare e saluto con piacere la presenza in Consiglio del giovane Simone Bosco che, insieme a Roberto Giacoponi ed agli altri Consiglieri della maggioranza, sosterrà l’azione amministrativa ed il completamento del programma di governo”. Per Sebastiano Attoni, già Assessore dal 2003 al 2008, si tratta di un ritorno all’interno dell’Amministrazione Comunale: “Terminata l’ultima campagna elettorale La Destra ha guardato soltanto ai problemi della Città collaborando, lealmente, con il sindaco Bruschini che ringrazio per la fiducia nei miei confronti e per aver sostenuto la presenza in Giunta del nostro partito. Allo stesso tempo ringrazio  il Presidente Storace e l’On. Buonasorte per aver indicato al Sindaco il mio nominativo per questo importante incarico”.

ACCORDO COMUNE DI ANZIO / POSTE ITALIANE: IL PROGETTO “RISCOSCUOLA” .


Il Comune di Anzio e le Poste Italiane hanno sottoscritto l’accordo per l’attivazione del progetto “RiscoScuola per Anzio”. In base all’accordo stipulato l’Amministrazione Comunale ha affidato a Poste Italiane la riscossione delle rate per i servizi di refezione scolastica e di ScuolaBus. Tramite RiscoScuola Poste gestirà non solo la fase di invio ai nuclei familiari della modulistica alle singole famiglie interessate, ma anche la riscossione delle somme dovute per il servizio mensa e per il trasporto scolastico. I genitori riceveranno per posta i bollettini postali già compilati in ogni singola parte e potranno pagare i contributi per i servizi presso qualsiasi ufficio postale, ma anche direttamente da casa, attraverso internet, utilizzando le carte Postepay, bancomat e di credito, oltre che tramite bonifico on-line. Poste Italiane fornirà periodicamente e sistematicamente rendiconto dell’attività svolta, inviando all’Amministrazione Comunale gli elenchi informatici dettagliati sui contribuenti paganti e su quanti eventualmente non hanno rispettato le scadenze, che riceveranno immediatamente un sollecito di pagamento. Con RiscoScuola viene quindi affidata a Poste Italiane la gestione delle comunicazioni e dei pagamenti di questi importanti ambiti di politica sociale, permettendo al comune di ottimizzare l’impiego delle risorse e portando beneficio alle entrate, grazie al maggiore controllo sui flussi di cassa e sui morosi. Il Comune avrà piena e puntuale visione dell’andamento del servizio tramite un cruscotto web presso i suoi uffici.