mercoledì 25 maggio 2016

Grande successo della “Primavera del Sociale".



Sorrisi, armonia, voglia di stare insieme, colore, sono queste le emozioni che hanno riempito Piazza Pia e Piazza Garibaldi nella 2^ edizione della “Primavera del Sociale” svoltasi ad Anzio, il 21 e 22 maggio. Una vetrina interessante che ha visto nascere relazioni costruttive tra gli esperti delle  associazioni del terzo settore presenti con i loro stand ed  i visitatori del polo fieristico, alla ricerca di nuovi e specializzati servizi di grande rilevanza sociale, accessibili sul territorio. Alla cerimonia d’inaugurazione si è registrato, sulle note dell’Inno Nazionale  del Complesso musicale dei giovani musicisti di Anzio e Nettuno, un desiderio concreto di iniziare a cooperare per sviluppare una vera e propria rete di networking orientata al “fare del bene”. “Mi risulta difficile - ha affermato l’assessore ai servizi sociali – ringraziare tutti coloro che si sono messi a disposizione per questo evento. Ognuno, nel suo piccolo, ha dimostrato grande generosità, ma la verità è che a vincere, sono stati loro: i bambini, gli anziani ed i disabili”. L’evento si è potuto realizzare – ha aggiunto l’assessore – grazie alla collaborazione di diverse realtà, come la  Comunità Massimo che ha curato l’allestimento dei gazebo e la manutenzione, l’Associazione Culturale Andromeda che ha messo a disposizione le tensostrutture, la ferramenta Ax.Em, la Star.Pla per i palloncini colorati che hanno decorato gli stand, la ditta Welcome Party per le splendide colonne che hanno sorretto il nastro tricolore, Ferrara Fiori per l’arredo, l’Istituto di Vigilanza NpM. Preziosa la collaborazione dell’Associazione Culturale Pungolo Club, di Radio Nonni, di Pollastrini, dei Neroniani, delle Band Kalanera e  MAS_Cotte. Emozionanti le coreografie dell’Associazione Danza Fuoricentro di Simona Crivellone ed interessanti le lezioni d’autodifesa di Alessandro Del Pia, Nello Vaudi ed Hasan Absi. Una carrellata d’eventi, giochi per bambini, laboratori didattici, dimostrazioni pratiche ed interviste ha visto soffermarsi nelle due intense giornate, centinaia di cittadini e turisti curiosi, registrando tanti consensi nel rispetto dei patrocini del Senato della Repubblica, dalla Regione Lazio, dell’ASL RM6. “Come l’anno scorso  siamo riusciti a dedicare un pensiero alle persone care non più con noi, dedicando il lancio di centinaia di lanterne luminose ad un concittadino particolarmente caro, Ruggero Gervasi, illuminati da una splendida luna piena. Ringrazierò uno per uno, i miei collaboratori, ha sottolineato l’assessore, perché senza di loro non saremmo riusciti a raggiungere tanto successo, confidando nella loro preziosa disponibilità anche per i successivi eventi che, a costo zero, mi auguro di poter continuare a proporre durante il mio mandato”.

Il consigliere del M5S Cristoforo Tontini è stato reintegrato.


Cristoforo Tontini

Cari amici,
Con immensa felicità v’informo che il mio ricorso al comitato d’appello del M5S è stato accolto! A seguito delle mie controdeduzioni ho dimostrato che il fatto non sussiste ed il 17 maggio u.s. mi è stato comunicato quanto riportato: “Il comitato d'appello, propone al Capo politico nazionale del movimento 5 Stelle la revoca del provvedimento d’espulsione irrogato a Cristoforo Tontini e il ripristino in capo allo stesso del suo status quo ante”. Poco dopo ho ricevuto l'email con la reintegra definitiva. Non ho mai dubitato di poter provare integralmente la mia innocenza. Anche da espulso non ho mai smesso di lavorare per il bene dei cittadini e della città di Anzio. Oggi continuerò a farlo con maggior tranquillità. Mercoledì 25 è stata indetta la commissione in cui si discuterà il Regolamento Comunale per la Disciplina delle sale da gioco e di quelli leciti, che avevo depositato il 19 aprile u.s. Anche noi, finalmente, potremo contrastare questa orrenda malattia che è il gioco d'azzardo patologico. In questi giorni ho presentato, inoltre, due accessi agli atti, sulla situazione del bilancio arboreo ex art. 3 bis legge 29 gennaio 1992, n. 113 e alla richiesta di controllo sulla cartellonistica pubblicitaria. In ultimo, voglio ringraziare gli attivisti, i sostenitori, gli amici e tutti quelli che hanno sempre creduto in me e sul mio onesto operato da consigliere comunale.
Cristoforo Tontini
Portavoce comunale
MoVimento 5 Stelle Anzio

martedì 24 maggio 2016

Premiato il d.g. del Frosinone calcio, Ernesto Salvini.


"Sono emozionato di questo riconoscimento, mando un saluto al Sindaco, e ringrazio il Vicesindaco, ed il Delegato allo Sport, che ha voluto questa giornata nella mia città natale. Ad Anzio, in trenta anni di carriera sportiva, ho lavorato per otto anni ed auspico che il mio percorso sia l’esempio che, con serietà e dedizione, è possibile realizzarsi professionalmente. Nel mio impegno metto sempre passione ed è per questo che lavorare in serie A, in serie B o in Lega Pro per me non fa differenza”! Lo ha affermato questa mattina, (24/5/16 ndr) a Villa Corsini Sarsina di Anzio, il direttore generale del Frosinone calcio, Ernesto Salvini, che è stato premiato con la “Fanciulla d’Anzio” dal Vicesindaco e dal Delegato allo Sport, come sportivo anziate del 2016. “Ogni anno – ha dichiarato il Consigliere Comunale Delegato allo Sport, promotore dell’evento – premiamo un cittadino di Anzio che ha portato in alto la nostra città nel mondo dello sport. Questa volta premiamo con la “Fanciulla d’Anzio” un grande manager, un anziate che conosciamo tutti in quanto per tanti anni ha lavorato sul nostro territorio. La presenza in questa sala del Presidente dell’Anzio, Franco Rizzaro e del capitano, Mario Guida, ai quali rivolgo un grande in bocca al lupo in vista dello spareggio per la conquista della serie D, sono la conferma che abbiamo scelto bene”. Un esempio di civiltà e di cultura sportiva quello del Frosinone Calcio e dei suoi tifosi che, nonostante l’immeritata retrocessione, hanno applaudito la squadra riconoscendogli pubblicamente di aver onorato la maglia in tutte le partite del campionato di serie A che si è appena concluso. “Sono laziale – ha detto il Vicesindaco – ma, a differenza delle infelici affermazioni del Presidente Lotito, sono rimasto particolarmente dispiaciuto per l’ingiusta retrocessione del Frosinone calcio in serie B. Il primi due anni abbiamo premiato Stefano Colantuono (2014) e Franco Casolari (2015) ed ora, con pieno merito, abbiamo assegnato questo importante riconoscimento ad Ernesto Salvini con l’augurio del ritorno nella massima serie calcistica del Frosinone”. Ernesto Salvini “Sportivo anziate del 2016”: una vita passata sui campi di calcio quella di Ernesto Salvini che, nonostante i suoi 45 anni, ne vanta quasi già trenta di carriera calcistica cominciata ad Anzio, nella stagione 1986/1987, con la carica di segretario. Nell’89/90 è nominato direttore sportivo, stagione questa che coincide con la promozione in “interregionale” e con la fusione che creò la società “Anziolavinio”, con cui continua a lavorare fino al 1993. Negli anni a seguire, sempre da direttore sportivo, lavora con le società più blasonate del panorama interregionale, poi l’ingresso in Federazione dove dal 1999 al 2011 ricopre l’incarico di selezionatore delle rappresentative regionali. Seguirà una parentesi alla Cisco ed un’esperienza al San Lorenzo Roma dove arrivano i primi successi da responsabile del settore giovanile. Proprio al San Lorenzo, infatti, sotto la guida di Salvini, arrivano uno scudetto Juniores e due titoli regionali Juniores ed Allievi. Nella stagione 2007/208 inizia l’avventura con il Frosinone Calcio dove assume un incarico importante, quello di rifondare un settore giovanile di certo non all’altezza di una società che milita nel campionato di Serie B e, in appena cinque anni, il Frosinone si trova con due tricolori sul petto. Nel 2011/2012, infatti, le formazioni “Allievi Nazionali” e “Berretti” si laureano campioni d’Italia con quest’ultima che conquista anche la Supercoppa Italiana. I successi non arrivano mai per caso e per questo, il Presidente Stirpe, decide di promuovere Salvini tra i grandi del calcio nazionale affidandogli l’incarico di Direttore Generale. In questo caso la missione non è semplice, il Frosinone è reduce da una retrocessione dalla Serie B e da una stagione anonima in Lega Pro ed è proprio da qui che inizia l’ascesa di una società che, nel giro di quattro anni, si ritrova a calcare i più importanti palcoscenici italiani partecipando, per la prima volta nella sua storia, al campionato di Serie A.

venerdì 20 maggio 2016

Raccolta fondi in favore di ARGOS, 11 giugno 2016.



Sul territorio di Anzio e Nettuno, esiste una struttura denominata ARGOS: si tratta di un Centro all’avanguardia fondato nel 2006 dalla Fondazione Puliatti e realizzato dall’Avv. Placido Puliatti, il quale all’età di dodici anni, per un incidente, diventò cieco. Questa struttura si occupa della riabilitazione di bambini e ragazzi affetti da disabilità sensoriali, neuromotorie e cognitive, con particolare attenzione alla disabilità visiva, che fino a poco tempo fa offriva i propri servizi gratuitamente a quelli che n’avevano necessità. Pur avendo raggiunto negli ultimi dieci anni obiettivi importanti, il Centro è ora a rischio di chiusura, in quanto, nonostante sia stato richiesto alla Regione Lazio sin dal 2006, non ha ancora ricevuto l’accreditamento sanitario: questo strumento è necessario per continuare a garantire i servizi essenziali ai bambini e alle loro famiglie. La Pro Loco "Città di Anzio", “Il Granchio” e “Il Litorale” v’invitano sabato 11 giugno 2016, alle ore 21, presso la Chiesa Parrocchiale santi Pio e Antonio - Anzio al Concerto di Solidarietà “… E chiudo gli Occhi… per vedere”, il cui ricavato (OFFERTA LIBERA IN BUSTA CHIUSA) sarà devoluto al Centro ARGOS. La manifestazione, presentata da Olivia Gobetti, vedrà la partecipazione del Tenore Massimiliano Drapello con:
  • Corale Polifonica “Città di Anzio” composta da 50 cantori e diretta dal Maestro David Masci. Fondata nel 2001, è una rappresentanza canora del litorale sud laziale promotrice d’iniziative musicali e culturali. Negli anni trascorsi, la Corale ha partecipato a Festival Nazionali ed Internazionali, ha calcato importanti palcoscenici come quello del Teatro Argentina, del Teatro Olimpico, del Teatro della Conciliazione della Capitale ed ha fatto risuonare i suoi canti nelle più importanti e stupende basiliche e cattedrali italiane ( san Pietro, san Paolo fuori le Mura, santa Maria Maggiore, sant’Ignazio di Loyola, Pantheon, Divino Amore, santa Maria in Trastevere, Duomo d’Assisi, Orvieto, Viterbo, Pompei, Abbazia di Montecassino, Duomo di Napoli, nella Basilica di  san Marco a Venezia). Il 2 febbraio 2016, la Corale ha avuto la gratificazione di solennizzare la santa Messa della “Presentazione del Signore”, inserita nel calendario delle celebrazioni per l’Anno Giubilare, officiata da Sua Santità Papa Francesco nella Basilica di san Pietro.  Il 9 aprile 2016 si è esibita in Concerto nell’importante Palazzo della Musica di Valencia. Si è esibita in concerti, finalizzati a scopi benefici, che hanno visto la partecipazione di personaggi famosi dello spettacolo, si è stretta intorno ai terremotati dell’Abruzzo solennizzando la santa Messa sul campo, officiata da Monsignor Giovanni D’Ercole a L’Aquila. La versatilità vocale della Corale le permette di esprimersi efficacemente in un ampio repertorio che va dalla Lirica alla Musica Sacra, fino al canto folcloristico e moderno, come il concerto presso la sede comunale di Villa Corsini Sarsina, in occasione del conferimento della Cittadinanza Onoraria  a Roger Waters, leader del leggendario gruppo dei Pink Floyd.
  • Schola Cantorum della Libera Accademia di Roma composta di 60 cantori e diretta dal Maestro Giovanni Gala. La Schola Cantorum della Libera Accademia di Roma è composta di circa 60 cantori non professionisti , ma con esperienza corale e musicale, che operano nella città di Roma in maniera intensa partecipando a numerose iniziative, rassegne ed eventi musicali. Fondata nel 2006 e diretta dal Maestro Giovanni Gava, ha un repertorio che spazia da quello operistico a quello popolare, da quello sacro a quello rinascimentale, per finire con quello moderno. Ha collaborato con numerose orchestre e partecipato a rassegne e festival nazionali ed internazionali. Dal 2011 organizza a Roma il Festival dell’Avvento e dal 2013 il “Cadore Cori” in Festival ed è parte attiva nella manifestazione Sport Against Violence, che si svolge ogni anno all’inizio dell’estate a Roma.
  • Roma Youth String Orchestra composta di 15 giovanissimi musicisti con strumenti ad archi (violini, viola, violoncello, cembalo), diretti dal Maestro Alberto Vitolo. Il progetto ”Roma Youth String Orchestra”, formazione orchestrale che si pone nel tempo il raggiungimento di un alto livello artistico, è un’opportunità rara per giovani che ambiscono a trasformare in professione la propria passione musicale. Rappresenterà motivo d’orgoglio e soddisfazione per ogni ragazzo e ragazza che ne farà parte, oltre a contribuire alla formazione personale d’ogni individuo, alla sua crescita culturale, umana e civile, in una trasmissione di valori sociali alla collettività. Fare musica insieme, soprattutto in giovane età, è un’esperienza esaltante di per sé, ma è soprattutto un’esperienza che può avere ricadute di inestimabile valore per l’educazione emozionale  e la coesione sociale degli individui, che in questa era di globalizzazione post-industriale sono sempre più esposti ai rischi letali delle devianze e delle dipendenze, della contrapposizione e della prevaricazione, dell’individualismo e dell’egocentrismo. Suonare insieme significa imparare a vivere con gli altri: la musica fatta insieme è la metafora della vita.

Expo Canina, 4 giugno 2016.



Sin dall'antichità i popoli apprezzarono ed esaltarono le qualità di questo fedele amico dell'uomo per la sua intelligenza, per essere il guardiano della casa, trastullo dei bambini, compagnia delle persone anziane, accompagnamento dei non-vedenti, prezioso collaboratore delle forze dell'ordine, del soccorso alpino e della protezione civile ed è per questo per portare all'attenzione dell'opinione pubblica le preziose qualità di questo animale che la Pro Loco “Città di Anzio” ed il Centro Cinofilo “Dei Reali” di Nettuno con il patrocinio del Comune di Anzio organizzano Sabato 4 giugno 2016 in Piazza Garibaldi, dalle ore 15 alle 20, la VIII Edizione della manifestazione cinofila denominata “Expo Canina Città di Anzio”, che nelle passate edizioni ha riscontrato grande interesse per i nostri amici a 4 zampe.
PROGRAMMA:
·         ore 10 – 15:30:           Iscrizioni per i cani di tutte le razze e meticci;
·         ore 16 - 20:                 Gara.

All'interno dimostrazione di educazione cinofila a cura del Centro Cinofilo “Dei Reali” e di Barbara Montagnini, educatrice ENCI - Dog Village Agility Dog. A seguire raggruppamento classificati, proclamazione vincitori, premiazioni e ringraziamenti. (Gli orari sono da ritenersi indicativi e soggetti, secondo necessità, a piccole variazioni). Per partecipare alla manifestazione, ogni cane dovrà essere munito di: Libretto vaccinazioni, microchip, ciotola d'acqua, guinzaglio, museruola e sacchetti igienici. L'organizzazione respinge ogni responsabilità per furto, fuga, morte e danni procurati a terzi per i quali risponderanno i singoli proprietari degli animali in gara. Sono escluse: cagne in calore, in gestazione e in allattamento. Per info e preiscrizioni: 3287242855.

giovedì 19 maggio 2016

Richiesta di sponsorizzazione per l’“Accademia delle arti visive e musicali”.



Ada Impallara

L’“Accademia delle arti visive e musicali” – associazione culturale Synkhronos è nata nel novembre 2001 a Nettuno. La didattica è sempre stata un progetto ambito da tutti i soci e l’accademia n’è il risultato evidente. Negli anni la scuola è cresciuta e nel 2007, in coincidenza con il cambio di sede dell’associazione nell’attuale  struttura, si  aprono le sessioni di musica, cinema e teatro. L’Accademia è inserita attivamente nella realtà territoriale circostante; frequenti sono le collaborazioni con gli assessorati alla cultura e all’istruzione dei comuni di Anzio e Nettuno  presso i quali gli studenti dell’Accademia delle Arti Visive e Musicali hanno  partecipato e sono stati protagonisti di stage, conferenze, mostre e concerti. La stessa Associazione ogni fine anno scolastico organizza mostre collettive e concerti degli studenti in spazi pubblici e privati riscuotendo interesse da parte del pubblico e degli addetti ai lavori. Molti allievi sono vincitori di premi e concorsi e sono spesso selezionati per partecipare a mostre d’alto livello. In questo periodo la scuola conta  trentasei corsi (non tutti attivi)  divisi in tre sezioni:  discipline pittoriche, discipline plastiche, discipline musicali e sessione cinema, televisione e teatro. Alcuni dei docenti, tutti abilitati all’insegnamento, svolgono il loro lavoro all’interno di scuole pubbliche. La scuola ha selezionato i propri docenti tra le eccellenze del territorio. L’“Accademia delle arti visive e musicali” ha sede in Anzio, Via Magalotti 77, è stato il primo e principale progetto in cui i soci hanno creduto e realizzato; la scuola è diretta dall’artista Ada Impallara. Ogni fine anno, nel mese di giugno, è organizzato l’”Open day”, che comprende l’apertura della scuola al pubblico, per l’occasione, gli allievi mostrano il lavoro svolto durante l’anno con mostre concerti e proiezioni. Nell’anno accademico 2015-2016, nell’ambito del corso di regia e sceneggiatura cinematografica, è stato svolto un grande lavoro per la realizzazione di un cortometraggio (“corto”) ambientato nel territorio di Anzio e Nettuno. La fase di realizzazione, vedrà direttamente impegnati, i docenti di fotografia, montaggio video, operatore cinematografico, regia e sceneggiatura affiancati ovviamente dai loro allievi. Questo progetto, oltre ad essere motivo di studio e interdisciplinarietà, ambisce a partecipare ai vari festival del cortometraggio e ad eventuali concorsi. Il tema del corto è la “metamorfosi” che vede come protagonista un’artista che dipingendo una donna in un suo quadro la ritroverà poi nella realtà attraverso un percorso che inizia da un sogno e termina nel quotidiano. Il film sarà girato nel territorio di Anzio e Nettuno e i protagonisti principali sono gli allievi dell’accademia. Ai fini della realizzazione del suddetto progetto chiediamo una vostra collaborazione attraverso la sponsorizzazione in un’offerta  in denaro a vostra discrezione. Sicura e fiduciosi in vostra positiva risposta vi porgiamo distinti saluti.
 La direttrice
Ada Impallara

mercoledì 18 maggio 2016

Anzio premia il direttore generale del Frosinone Calcio, 24/5/16.


Ernesto Salvini

Il direttore generale del Frosinone calcio, Ernesto Salvini, è lo sportivo anziate dell'anno 2016 e martedì 24 maggio, ad Anzio, in Villa Corsini Sarsina alle ore 12, sarà premiato dal Sindaco f.f. Zucchini e dal Delegato allo sport. "Ogni anno - afferma il Consigliere Comunale Delegato allo Sport -  premiamo un cittadino di Anzio che ha portato in alto la nostra città nel mondo dello sport. Conosco Ernesto da una vita, un manager d’altissimo livello tra gli agli artefici della storica militanza del Frosinone nella massima serie calcistica". Una vita passata sui campi di calcio quella di Ernesto Salvini che, nonostante i suoi 45 anni, ne vanta quasi già trenta di carriera calcistica cominciata ad Anzio, nella stagione 1986/1987, con la carica di segretario. Nell’89/90 è nominato direttore sportivo, stagione questa che coincide con la promozione in “interregionale” e con la fusione che creò la società “Anziolavinio”, con cui continua a lavorare fino al 1993. Negli anni a seguire, sempre da direttore sportivo, lavora con le società più blasonate del panorama interregionale, poi l’ingresso in Federazione dove dal 1999 al 2011 ricopre l’incarico di selezionatore delle rappresentative regionali. Seguirà una parentesi alla Cisco ed un’esperienza al San Lorenzo Roma dove arrivano i primi successi da responsabile del settore giovanile. Proprio al San Lorenzo, infatti, sotto la guida di Salvini, arrivano uno scudetto Juniores e due titoli regionali Juniores ed Allievi.  Nella stagione 2007/208 inizia l’avventura con il Frosinone Calcio dove assume un incarico importante, quello di rifondare un settore giovanile di certo non all’altezza di una società che milita nel campionato di Serie B e, in appena cinque anni, il Frosinone si trova con due tricolori sul petto. Nel 2011/2012, infatti, le formazioni “Allievi Nazionali” e  “Berretti” si laureano campioni d’Italia con quest’ultima che conquista anche la Supercoppa Italiana. I successi non arrivano mai per caso e per questo, il Presidente Stirpe, decide di promuovere Salvini tra i grandi del calcio nazionale affidandogli l'incarico di Direttore Generale; anche in questo caso la missione non è semplice, il Frosinone è reduce da una retrocessione dalla Serie B e da una stagione anonima in Lega-pro ed è proprio da qui che inizia l’ascesa di  una società che, nel giro di quattro anni, si ritrova a calcare i più importanti palcoscenici italiani partecipando, per la prima volta nella sua storia, al campionato di Serie A.