venerdì 15 dicembre 2017

Anzio: Progetto "Vele Latine", 18 - 31 dicembre 2017.


Cafà e Fornaro
L’Associazione Culturale Turistica Pungolo Club per il 2018 promuove ad Anzio il progetto vele latine. IL presidente Andrea Cafà: da quattro anni ci siamo dedicati alle imprese Antartiche dell’epico personaggio della Marineria Italiana e concittadino Com.te Giovanni Ajmone Cat che storicamente ha ideato e progettato i suoi viaggi Antartici ad Anzio partendo dallo storico porto a bordo del veliero San Giuseppe Due e congiuntamente alla città di Torre del Greco dove l’unità fu costruita nel cantiere navale dei fratelli Palomba. Quella delle esplorazioni antartiche è una pagina avvincente della storia della navigazione di cui Giovanni Ajmone Cat ha scritto un capitolo che merita di essere raccontato non solo attraverso le straordinarie immagini fotografiche, ma anche attraverso la valorizzazione delle sue imprese e del suo veliero a oggi donato alla Marina Militare Italiana. Continua Cafà: Di recente L’Associazione “Ibis Onlus” nella persona del ci ha donato una manaide con armo a vela latina di 6 metri restaurare che sarà usata per partecipare alle prossime regate di vela latina. Il natante a sua volta fu donato dal cantiere navale “Marina di Nettuno” di Umberto Pineschi all’associazione “Ibis Onlus” che ha eseguito i primi lavori di restauro che si sono arenati per il venir meno delle risorse economiche necessarie per portarlo a termine. Pungolo Club curerà il restauro attraverso la collaborazione di sponsor e amici della vela, un importante e laborioso lavoro che si associa alle diverse iniziative dedicate in questi ultimi anni: la partecipazione nelle due ultime edizioni alle regate della Mariperman a La Spezia con Premio Challenge San Giuseppe Due per le vele latine, Il Trofeo Ajmone Cat giunto alla quarta edizione ad Anzio con la collaborazione del Circolo Vela Roma nel contesto del Palio del Mare, “Ancora Sottozero” la mostra fotografica esposta in diverse cittadine Marinare Italiane, L’istituzione del Premio Ajmone Cat realizzato dal noto scultore Egidio Ambrosetti e l’esposizione presso il Museo Tecnico Navale di La Spezia. La riscoperta della vela latina è un fenomeno che negli ultimi anni ha coinvolto diversi porti italiani, in cui si è verificato un rifiorire di regate, raduni e attività cantieristiche garantendo una nuova stagione a tale navigazione. Nel nostro litorale l’interesse prevale sulla vela moderna e le imbarcazioni a vetroresina e viene data scarsa importanza alla vela latina, un tempo, sino alla prima metà del novecento, molto diffusa nel nostro mare utilizzata sia per la pesca che per il trasporto di merci di vario genere come testimoniano le foto d’epoca. In questi ultimi mesi la mostra fotografica “Ancora Sottozero” esposta ad Anzio ha ricevuto notevole flusso di visitatori tra turisti e cittadini ispirando l’interesse della prof. Ilaria Caraci fondatrice delle Istituto Esplorativo Italiano che ha formalizzato un incontro con il presidente Filippo Bencardino della Società Geografica Italiana permettendoci di esporre l’8 maggio 2018 presso la storica sede di Palazzo Mattei in villa Celimontana a Roma, inoltre abbiamo ricevuto il pregio di essere presenti su riviste ed importanti blog quali:  Arte Navale, Barche d’epoca e classiche e, in ultimo, il Museo del Navigante con una pagina dedicata alle imprese di Ajmone Cat. Con il nuovo anno si svolgeranno una serie di regate a vela latina in diverse cittadine marinare con una possibile tappa ad Anzio. Il 18 dicembre 2017, ricorre il decimo anno della scomparsa del Comandante Giovanni Ajmone Cat, per l’occasione verrà celebrata una messa alle ore 10:15 in suo onore presso la chiesa di San Filippo Neri di Aprilia edificata dallo stesso Comandante e la su famiglia in località La Selciatella, seguirà al porto di Anzio la posa in mare della corona di fiori e la visita al l’esposizione fotografica presso la veranda Garzia sul porto di Anzio che resterà aperta ai visitatori fino al 31 dicembre.

lunedì 3 luglio 2017

Anzio: Regata III Edizione trofeo “Giovanni Ajmone Cat”.


Ad Anzio, con il patrocinio del Comune, il 25 giugno si è svolta la regata 2Trofeo Giovanni Ajmone Cat2, l’evento giunto alla terza edizione, ideato e promosso dall’Associazione “Pungolo Club” e dal Circolo “Vela Roma” con la collaborazione dei circoli: Sezione Vela Marina Militare, Tevere Remo, La Lega Navale, Il Palio del Mare e la Marina Capo d’Anzio. La tradizionale veleggiata si è svolta tra Anzio e Nettuno (Torre Astura) dove hanno preso parte le imbarcazioni di categoria J24, classe libera e Platu 25. Durante il consueto breafing con gli armatori Il consigliere delle regate altura del CVR Massimo Morasca, Mario De Grenet e Andrea Cafà hanno illustrato e ricordato l’importanza dell’evento dedicato all’epico concittadino, navigatore Antartico che attraverso le sue imprese, partendo da Anzio portò il Tricolore in Antartide il 27 giugno 1969/1971 e nel 1973/1974 a bordo del caratteristico motoveliero armato a vele latine “San Giuseppe Due”. Per le sui imprese fu insignito della medaglia d’oro di Benemerenza Marinara. In questi ultimi tre anni la regata si svolge nel contesto dei festeggiamenti del Santo Patrono e del Palio del Mare. Di seguito riportiamo la classifica dei regatanti:
1° Classificato Over All Masquenada-61M di Belcastro;
1° Classificato Classe J24 Draghetto di Volpe;
2° Classificato Classe J24 Jumping Jack Flash di Miccio;
1° Classificato C. Libera Elena Celeste di Morasc.
Congiuntamente si svolge alla Spezia il Challenge Vele Latine “San Giuseppe Due” nel contesto del Prestigioso Trofeo Mariperman organizzato dalla Marina Militare dove si svolge una serie di regate per imbarcazioni con armo a vela latina. Il premio Challenge, una scultura di bronzo realizzata dal noto scultore Egidio Ambrosetti, donato dall’Associazione Pungolo Club raffigura lo stesso veliero. Per il prossimo ad anno si sta lavorando per portare il circuito Vele Latine nel caratteristico porto Anziate ricco di storia e cultura marinara che ha visto nei decenni le tipiche imbarcazioni impegnate in svariati modi e dove si adottavano tecniche di navigazione tradizionali. La Vela Latina ha rappresentato importanti rinnovamenti nella storia della navigazione nei secoli, simbolo delle tante marinerie della pesca e del cabotaggio. Vista la passione che lega Andrea Cafà al personaggio e grazie agli armatori di imbarcazioni di vele latine conosciuti nel contesto della Mariperman a La Spezia, è intento di Andrea preparare una imbarcazione con equipaggio di Anzio per partecipare alle prossime regate a vela latina nel circuito nazionale. Un progetto articolato che ha bisogno della collaborazione e coinvolgimento di tutti coloro che sostengono la cultura e le tradizioni della città di Anzio. La mostra fotografica “Ancora Sottozero” dedicata al Navigatore Antartico continua a riceve richieste per la sua esposizione, presto ritornerà per la seconda volta in Sardegna, a Stintino. Da un recente costruttivo incontro con Il Sindaco di Anzio presso Villa Sarsina, sono stati proposti e rimodulati una serie di progetti della quale fiduciosi si rimane in attesa. Cafà vuole ringraziare il Circolo Vela Roma e i circoli: Vela di Anzio, La Marina Capo d’Anzio e il Palio del Mare nonché gli armatori e Associazioni per la loro collaborazione e partecipazione che mantengono con impegno la memoria e le tradizioni marinare. Info: 3451090304 – 3281337014 - info@pungoloclub.it - www.pungoloclub.it - www.sangiuseppedue.it

domenica 6 novembre 2016

Celebrazione Istituzionale "Giornata dell'Unità Nazionale e Festa delle Forze Armate".







Il discorso "commosso" alla cittadinanza dell'Assessore del Comune di Anzio, Sebastiano Attoni, alla presenza delle Autorità Militari, Politiche, Civili e Religiose. Sono intervenuti alle celebrazioni i ragazzi di Bad Pyrmont, presenti ad Anzio per il progetto ERASMUS. Si ringrazia la Banda Musicale e la Corale Polifonica per la sempre positiva collaborazione. Intervento dell'Assessore Attoni: “Rivolgo il saluto della Città di Anzio a tutti i presenti: autorità civili, militari e politiche, cittadini, labari, associazioni combattentistiche e d’arma, alla Banda Musicale ed alla Corale Polifonica, al Picchetto d’Onore ma, soprattutto, rivolgo l’abbraccio ideale della Città di Anzio a tutti i Rappresentanti delle Forze Armate, costantemente e coraggiosamente impegnati a tutela della sicurezza dei cittadini. Un saluto particolare al Sindaco del Comune di Nettuno, Angelo Casto ed al Generale di Brigata, Giuseppe Tortorelli. Oggi Celebriamo il novantottesimo anniversario dell’Unità Nazionale, giorno dell’Armistizio della Prima Guerra Mondiale che riportò all’Italia Trento e Trieste, rendendo compiuta l’Unità Nazionale... celebriamo il compimento del glorioso Risorgimento Italiano e l'Integrità della nostra Nazione. Ricordare sempre quanti hanno sacrificato la propria vita per la Patria e per l'Unità della nostra Nazione..., deve essere un nostro preciso dovere morale. In questa giornata, insieme, riflettiamo sulla Patria, sulle responsabilità e sui doveri che ciascuno di noi ha nei suoi confronti: l’Unità d'Italia, l'Indipendenza e la Libertà sono conquiste straordinarie che vanno difese ogni giorno, ma oggi è anche la Festa delle nostre Forze Armate, che sono parte integrante del Nazione, impegnate sul territorio nazionale, a difesa della nostra sicurezza e nei luoghi più lontani del pianeta a difesa del diritto alla vita di tante popolazioni e degli ideali di libertà e democrazia. Come non condividere la scelta del nostro Ministero della Difesa finalizzata a dare maggiore risalto a questa giornata, promuovendo celebrazioni istituzionali come questa, unitamente ad altre importanti iniziative, come "Caserme Aperte" e "Caserme in Piazza", con l'obiettivo di rafforzare i legami tra le Forze Armate ed i Cittadini e per rinvigorire quel patrimonio di coesione ed identità nazionale che gli italiani hanno saputo costruire nel corso della storia anche attraverso dolorose esperienze. Una dolorosa esperienza è anche quella che stanno vivendo centinaia di migliaia di uomini, donne e bambini dell'Italia centrale, con le loro case e le loro città rase al suolo dal terremoto. Da questa piazza, unitamente al tangibile contributo prestato dal sano volontariato tramite iniziative sportive, scolastiche, religiose, culturali e sociali, la Città di Anzio esprime la sua sentita vicinanza ai cittadini dell'Italia centrale per il dramma che stanno vivendo ed è significativo il fatto che proprio oggi, giorno dell'Unità Nazionale, ad Amatrice, città simbolo del sisma, si tiene il concerto della Banda delle Forze Armate, impegnate nel prestare soccorso alla popolazione ma anche a far sentire la presenza dello Stato in quei luoghi. Loro, le Forze Armate, sono la parte migliore della nostra Italia ed il loro attaccamento alla Patria è motivo d'orgoglio per tutti noi, ma anche una garanzia di sicurezza per il futuro della nostra democrazia. Viva le Forze Armate, Viva Anzio, Viva l’Italia Unita.

mercoledì 12 ottobre 2016

Annalaura Ciervo, sceneggiatrice di Anzio.


Annalaura Ciervo

Oggi presentiamo Annalaura Ciervo, artista anziate doc. Nel 2000 frequenta la Scuola Romana del fumetto dove, oltre alle canoniche lezioni di disegno, segue corsi di sceneggiatura e story-board. Nel 2003 si laurea presso l’Università degli Studi La Sapienza di Roma in Storia e critica del cinema, con una tesi incentrata sulla poetica del regista russo Andrej Tarkovskij nel film “Stalker”. Dal 2005 collabora con la società Orisa Produzioni per la quale cura lo sviluppo di progetti in qualità di autrice e script editor. In questi anni collabora costantemente con Cristiano Bortone nella stesura di progetti di docu-fiction, serie tv e spot televisivi. Nel 2008 cura come autrice la docu-fiction “Diario di classe”, in onda su Raitre e Discovery Real time che segue una classe di ragazzi al loro ultimo anno di liceo, tra amori, piccoli problemi adolescenziali e la preparazione al fatidico esame di maturità. Nel 2012 è co-sceneggiatrice della commedia romantica “10 regole per fare innamorare” che vede tra i protagonisti Vincenzo Salemme, Guglielmo Scilla e Giulio Berruti. Nel 2015 è co-sceneggiatrice del lungometraggio “La bugia bianca”, opera prima di Giovanni Virgilio, uscito in occasione dell'anniversario dello scoppio del conflitto in Bosnia Erzegovina, sul tema dello stupro di massa come arma di guerra. Nel 2016 è co-sceneggiatrice del lungometraggio “Caffè” di Cristiano Bortone, prima co-produzione ufficiale con la Cina, presentato come evento speciale alle Giornate degli Autori durante la 73. Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia e in uscita nelle sale dal 13 ottobre. Il trailer è visibile su you tube: bit.ly/CAFFÈBORTONE. La città di Anzio è orgogliosa dei suoi cittadini migliori che portano in alto l’onore della città neroniana. Info: https://it.linkedin.com/in/annalaura-ciervo-8512572b - http://bit.ly/annalaura_ciervo - www.facebook.com/Caffe.OrisaProduzioni.

martedì 4 ottobre 2016

Anzio, la parrocchia del Sacro Cuore compie 40 anni.


Una celebrazione liturgica e il simbolico taglio della torta per dare il via a una serie di appuntamenti che sottolineeranno i 40 anni da quando la chiesa del Sacro Cuore di Anzio è stata eretta a parrocchia. Era l'11 ottobre del 1976, per questo martedì prossimo la comunità si ritroverà con il parroco, don Natale Fiorentino e i sacerdoti per riflettere su cosa è stata la parrocchia dalla sua nascita a oggi e qual è il ruolo che svolge sul territorio. Sarà solo la prima di diverse iniziative che fino a giugno del 2017 prevedono, fra l'altro, l'avvio dell'anno pastorale, una mostra fotografica, un convegno e la commemorazione ufficiale con il vescovo di Albano. Il programma è in fase di definizione, ma intanto martedì ci sarà questo primo momento al quale sono invitati anche i giornalisti. E' la celebrazione eucaristica alle ore 18 con l’accoglienza della Reliquia del beato Papa Paolo VI (che era pontefice quando nasceva la nuova Parrocchia). Alle 21, Liturgia della Parola, canti di ringraziamento e venerazione della Reliquia. Al termine taglio di una grande torta con 40 candeline e brindisi di auguri. La chiesa del Sacro Cuore è stata realizzata negli anni '30. L'edificio è stato costruito dal benefattore Paolo Sportello come ex-voto per grazia ricevuta e donato personalmente a san Luigi Orione  insieme al terreno circostante per costruirvi l'Istituto per ragazzi che ospiterà poi molti orfani, specialmente dopo la seconda guerra mondiale.  Dal 1976  è stata eretta a parrocchia  con decreto del vescovo Raffaele Macario (in precedenza i riferimenti erano Santa Teresa e San Bonaventura) "per far sì che i fedeli possano più facilmente formare in Cristo una comunità ecclesiale e partecipare più attivamente alle celebrazioni liturgiche". Dal 2000 ospita anche il centro di accoglienza "Don Orione" destinato a immigrati e famiglie in difficoltà. Nella serata dell'11 ottobre sarà reso noto il programma di massima, al quale seguiranno comunicazioni ogni volta che si terranno degli eventi. Contatti: 3487827001.

mercoledì 28 settembre 2016

Margherita Puccillo vince il concorso "Meglio di un romanzo".



Lo scorso 10 settembre il Festivaletteratura di Mantova ha ospitato l'incontro finale del concorso "Meglio di un romanzo", per giovani reporter dai 15 ai 19 anni, a cui ha preso parte anche Margherita Pucillo, studentessa di Anzio del liceo classico Chris Cappell College che, al termine della selezione, si è aggiudicata l'ambito riconoscimento. La studentessa anziate, durante l’estate, ha partecipato ad una settimana della "LUISS Writing Summer School", seguendo corsi di sceneggiatura, giornalismo e scrittura creativa, tenuti da Roberto Cotroneo, nel corso dei quali ha imparato a realizzare video con attrezzature professionali sotto la guida di Domenico Catano ed Andrea Giannone. Il progetto, realizzato durante la settimana dal gruppo di Margherita, è risultato tra i due video vincitori che sono stati sottoposti alla giuria di scrittori e giornalisti professionisti composta da Concita De Gregorio, Alessandro Leogrande, Marco Filoni, Angelo Ferracuti, Benedetta Tobagi, Stefania Maurizi e Christian Elia. I due video premiati, di 3 minuti ciascuno, sono stati montati, girati, scritti e realizzati interamente dai ragazzi. Il progetto, che ha visto come autrice la studentessa anziate, è intitolato "Zamba para no morir" (Canta e danza per non morire) e racconta una storia di integrazione multiculturale riuscita, quella della famosa Orchestra di Piazza Vittorio con una  policromia di etnie che hanno trovato il punto di aggregazione nella musica. Nelle prossime ore il video, vincitore del concorso, sarà pubblicato sul sito istituzionale del Comune di Anzio. "Complimenti alla giovane Margherita - ha detto il Sindaco di Anzio, per l'importante riconoscimento e per aver messo in evidenza una storia positiva di integrazione tra diverse etnie. La vittoria al concorso di Mantova è anche una conferma dell'eccellenza del Chris Cappell College e degli Istituti Scolastici del nostro territorio", inoltre, alla fine dell’anno scolastico, Margherita Pucillo ha vinto il concorso bandito dal Rotary International – Distretto 2080, aggiudicandosi la borsa di studio, unica della scuola e di tutto il Lazio, per frequentare gratuitamente una settimana di LUISS Orientation Summer School  offerta ai giovani dall'Università LUISS per orientarli con serenità verso il loro futuro.Al termine della settimana gli studenti, che hanno concluso il penultimo anno di una scuola superiore, hanno sostenuto con un anno di anticipo il test di ammissione alla LUISS, superato brillantemente da Margherita Pucillo che è stata ammessa ai corsi di Laurea per l’Anno Accademico 2017-2018.  

mercoledì 7 settembre 2016

Sagra della tellina, 16 - 18 settembre 2016.

Torna per il IV anno consecutivo l'appuntamento con la Sagra della Tellina di Anzio, dal 16 al 18 settembre, Piazza Garibaldi ospiterà quella che ormai è divenuta una delle manifestazioni più attese ma soprattutto che meglio rappresentano il nostro territorio ed il nostro tratto di costa prevalentemente sabbioso dove questo prelibato mollusco trova il suo habitat ideale per crescere e riprodursi. Tante le iniziative e gli appuntamenti per questi tre giorni di festa, ma in questo particolare momento non può mancare la solidarietà, infatti quest'anno per ogni piatto di spaghetti con le telline acquistato l'associazione Esedra, organizzatrice dell'evento, donerà 1 euro a favore della città di Amatrice, colpita in maniera distruttiva dal sisma del 24 agosto. Il taglio del nastro è previsto alle ore 18 di venerdì 16, dalle ore 21 la serata sarà allietata dal gruppo anziate "Lorean's" con un repertorio rock n roll-beat- surf anni 50-60, il sabato alle h 21:30 si ballerà con i ritmi sfrenati dei Tubadu, mentre domenica alle ore 20 si esibirà sul palco Gianfranco Butinar con il suo spettacolo e le sue esileranti imitazioni di personaggi del mondo del calcio. Gli stand rimarranno aperti per l'intera giornata di sabato e domenica, mentre la cucina sarà operativa il mattino dalle h 11:45 alle 14:30 la sera dalle h 18:30 alle 23.