lunedì 27 giugno 2016

Mario D'Acunto presenta "L'altra metà della luna".



Mario D'Acunto, ventunenne cantautore di Anzio, torna alla ribalta con un contratto discografico per un'etichetta di Milano e l’uscita del suo nuovo singolo il 23 giugno scorso. Questa volta Mario intitola il nuovo brano "L'altra metà della luna", prodotto a Roma prima della firma a Milano. Mario afferma "Mi piace chiudere gli occhi, ascoltando questo brano e prendere per mano ogni singolo bambino che affronta il suo viaggio schiacciato su un misero barcone, con la speranza di poter dire un giorno “Anche io sono felice”; credo nel futuro di ogni povero bambino che sbarca sulle nostre spiagge, fuggendo da guerra e povertà, credo nel diritto che ogni piccolo ha, di avere un suo futuro”. Mario D’Acunto prende un bambino e lo porta sull'altra metà della luna, una metà non ancora visibile, ma di certezze per un futuro migliore e non di false promesse. Mario ci conferma che è in preparazione un nuovo singolo che nascerà  prossimamente proprio a Milano. Il video è disponibile su Youtube: http://bit.ly/laltrametadellaluna Info e contatti: www.facebook.com/Mario-DAcunto-142920392584992 - www.youtube.com/user/MarioDAcuntoOFtwitter.com/@MarioDacu95 - instagram.com/dacu95

mercoledì 22 giugno 2016

Cerimonia al Cimitero Comunale "Ricordiamoli e portiamoli nel cuore".





Domenica 19 giugno, in occasione della riapertura della cappella cimiteriale di recente ristrutturata, al Cimitero Comunale di Anzio si è svolta la cerimonia "Ricordiamoli e portiamoli nel cuore". Una cerimonia sentita e fortemente apprezzata dai molti fedeli presenti. Dopo la celebrazione della Santa Messa, prima della riapertura della cappella, è intervenuto il Consigliere Comunale Giuseppina Piccolo, Delegato ai Servizi Cimiteriali, la quale ha ringraziato tutti i fedeli, le autorità intervenute ed ha rivolto un ringraziamento particolare a tutto il personale dei servizi cimiteriali che riesce a garantire un ottimo servizio 7 giorni su 7 nonostante la struttura è sotto organico. Il consigliere Piccolo ha dichiarato che la ristrutturazione della cappella cimiteriale era un impegno preso all'inizio del mandato e che era doveroso onorare per tutti fedeli. Oltre la chiesetta cimiteriale, i fedeli hanno potuto apprezzare anche l'opera di restauro della statua della pietà, posta all'interno della stessa cappella, che è stato realizzato, gratuitamente, da Alberto Monti, con la supervisione del maestro Raffaele Minutolo.  Dopo il taglio del nastro e la benedizione della cappella da parte di Don Natale Fiorentino, la cerimonia è proseguita con la benedizione dell'ossario comune e dei campi d’inumazione. Si ringrazia, per i servizi resi gratuitamente, le Ditte Arte del Marmo di Salesi, Battiata, Serin di Stefano Rinalducci, ABL International di Marco Cortese, la fioraia Claudia Ferrara e l'organista Diana Vorpsi.

giovedì 9 giugno 2016

Apud Dominum Misericordia, 19/6/16.



Domenica 19 giugno, alle ore 10:30, presso il Cimitero Comunale di Anzio, avrà luogo la cerimonia "Apud Dominum MisericordiaRicordiamoli e portiamoli nel cuore”. In occasione della riapertura della chiesa cimiteriale, recentemente ristrutturata, sarà celebrata dal parroco, Don Natale Fiorentino, la Santa Messa in suffragio di tutti i defunti; seguirà il taglio del nastro, l'apertura della porta e la benedizione della Cappella, dell’ossario comune e dei campi d’inumazione. L’iniziativa “Ricordiamoli e portiamoli nel cuore” è coordinata dal Consigliere Comunale Delegato ai Servizi Cimiteriali, avv. Piccolo, in collaborazione con l’Ufficio Servizi Cimiteriali e la Segreteria del Sindaco. “Ristrutturare la cappella era un atto dovuto per i cari defunti e per le loro famiglie che potranno nuovamente usufruire di un luogo di culto all’interno del cimitero. - ha dichiarato il Consigliere Piccolo – Nel corso della celebrazione saranno ricordati tutti i defunti ed in particolar modo i cari scomparsi di nome in onore del Santo Patrono di Anzio: S. Antonio di Padova”. Il 19 giugno, all'interno della cappella, sarà possibile visitare anche la Statua della Pietà ristrutturata, inoltre, per commemorare la Santa Messa in suffragio di un proprio caro di nome Antonio, è possibile chiamare gli uffici cimiteriali allo 069830020 e lasciare il nome per esteso da ricordare. Agli intervenuti alla celebrazione sarà donata una rosa per deporla in memoria dei propri cari.

Continua la battaglia di Cristoforo Tontini del M5S per l'ordine e la legalità in comune.




Continua la battaglia per riportare l'ordine e la legalità nel comune di Anzio. Dopo la richiesta di controllo sulla cartellonistica pubblicitaria, la polizia locale ci ha fornito i dati dell'ultimo censimento effettuato: ad oggi sono stati rilevati 160 cartelloni abusivi. L'ufficio tributi ha confermato che, entro un mese, è prevista la rimozione coatta di circa 400 cartelloni tra quelli abusivi e quelli che presentano varie irregolarità. Inoltre, con immensa soddisfazione, annuncio che i nostri sforzi hanno finalmente costretto, quest'amministrazione, ad aprire l'orto botanico “Vallo Volsco”. Un'opera iniziata nel 2005, su cui è stato speso un milione d’euro, rischiava di rimanere l'ennesima cattedrale nel deserto. Grazie all'opera del gruppo e dei professionisti che ci supportano, con un esposto nel maggio 2015 alla Corte Dei Conti, potremo usufruire di questo splendido luogo per troppo tempo rimasto in stato di abbandono. Nei prossimi giorni incontreremo i cittadini che hanno preso l'onere di aprire, mantenere e sviluppare l'area. Sembra assurdo che siano serviti 11 anni, il nostro interessamento e l'intervento della Corte Dei Conti per arrivare all'apertura di quest'opera, ma questa è la realtà dei fatti, ormai la strada è tracciata, anche se cercano di ostacolarci in ogni modo continueremo con imprescindibile risolutezza affinché Anzio torni ai fasti di un tempo ed i suoi cittadini avranno una qualità della vita migliore!
Il Consigliere Comunale del
Movimento 5 Stelle di Anzio
Cristoforo Tontini

mercoledì 25 maggio 2016

Grande successo della “Primavera del Sociale".



Sorrisi, armonia, voglia di stare insieme, colore, sono queste le emozioni che hanno riempito Piazza Pia e Piazza Garibaldi nella 2^ edizione della “Primavera del Sociale” svoltasi ad Anzio, il 21 e 22 maggio. Una vetrina interessante che ha visto nascere relazioni costruttive tra gli esperti delle  associazioni del terzo settore presenti con i loro stand ed  i visitatori del polo fieristico, alla ricerca di nuovi e specializzati servizi di grande rilevanza sociale, accessibili sul territorio. Alla cerimonia d’inaugurazione si è registrato, sulle note dell’Inno Nazionale  del Complesso musicale dei giovani musicisti di Anzio e Nettuno, un desiderio concreto di iniziare a cooperare per sviluppare una vera e propria rete di networking orientata al “fare del bene”. “Mi risulta difficile - ha affermato l’assessore ai servizi sociali – ringraziare tutti coloro che si sono messi a disposizione per questo evento. Ognuno, nel suo piccolo, ha dimostrato grande generosità, ma la verità è che a vincere, sono stati loro: i bambini, gli anziani ed i disabili”. L’evento si è potuto realizzare – ha aggiunto l’assessore – grazie alla collaborazione di diverse realtà, come la  Comunità Massimo che ha curato l’allestimento dei gazebo e la manutenzione, l’Associazione Culturale Andromeda che ha messo a disposizione le tensostrutture, la ferramenta Ax.Em, la Star.Pla per i palloncini colorati che hanno decorato gli stand, la ditta Welcome Party per le splendide colonne che hanno sorretto il nastro tricolore, Ferrara Fiori per l’arredo, l’Istituto di Vigilanza NpM. Preziosa la collaborazione dell’Associazione Culturale Pungolo Club, di Radio Nonni, di Pollastrini, dei Neroniani, delle Band Kalanera e  MAS_Cotte. Emozionanti le coreografie dell’Associazione Danza Fuoricentro di Simona Crivellone ed interessanti le lezioni d’autodifesa di Alessandro Del Pia, Nello Vaudi ed Hasan Absi. Una carrellata d’eventi, giochi per bambini, laboratori didattici, dimostrazioni pratiche ed interviste ha visto soffermarsi nelle due intense giornate, centinaia di cittadini e turisti curiosi, registrando tanti consensi nel rispetto dei patrocini del Senato della Repubblica, dalla Regione Lazio, dell’ASL RM6. “Come l’anno scorso  siamo riusciti a dedicare un pensiero alle persone care non più con noi, dedicando il lancio di centinaia di lanterne luminose ad un concittadino particolarmente caro, Ruggero Gervasi, illuminati da una splendida luna piena. Ringrazierò uno per uno, i miei collaboratori, ha sottolineato l’assessore, perché senza di loro non saremmo riusciti a raggiungere tanto successo, confidando nella loro preziosa disponibilità anche per i successivi eventi che, a costo zero, mi auguro di poter continuare a proporre durante il mio mandato”.

Il consigliere del M5S Cristoforo Tontini è stato reintegrato.


Cristoforo Tontini

Cari amici,
Con immensa felicità v’informo che il mio ricorso al comitato d’appello del M5S è stato accolto! A seguito delle mie controdeduzioni ho dimostrato che il fatto non sussiste ed il 17 maggio u.s. mi è stato comunicato quanto riportato: “Il comitato d'appello, propone al Capo politico nazionale del movimento 5 Stelle la revoca del provvedimento d’espulsione irrogato a Cristoforo Tontini e il ripristino in capo allo stesso del suo status quo ante”. Poco dopo ho ricevuto l'email con la reintegra definitiva. Non ho mai dubitato di poter provare integralmente la mia innocenza. Anche da espulso non ho mai smesso di lavorare per il bene dei cittadini e della città di Anzio. Oggi continuerò a farlo con maggior tranquillità. Mercoledì 25 è stata indetta la commissione in cui si discuterà il Regolamento Comunale per la Disciplina delle sale da gioco e di quelli leciti, che avevo depositato il 19 aprile u.s. Anche noi, finalmente, potremo contrastare questa orrenda malattia che è il gioco d'azzardo patologico. In questi giorni ho presentato, inoltre, due accessi agli atti, sulla situazione del bilancio arboreo ex art. 3 bis legge 29 gennaio 1992, n. 113 e alla richiesta di controllo sulla cartellonistica pubblicitaria. In ultimo, voglio ringraziare gli attivisti, i sostenitori, gli amici e tutti quelli che hanno sempre creduto in me e sul mio onesto operato da consigliere comunale.
Cristoforo Tontini
Portavoce comunale
MoVimento 5 Stelle Anzio

martedì 24 maggio 2016

Premiato il d.g. del Frosinone calcio, Ernesto Salvini.


"Sono emozionato di questo riconoscimento, mando un saluto al Sindaco, e ringrazio il Vicesindaco, ed il Delegato allo Sport, che ha voluto questa giornata nella mia città natale. Ad Anzio, in trenta anni di carriera sportiva, ho lavorato per otto anni ed auspico che il mio percorso sia l’esempio che, con serietà e dedizione, è possibile realizzarsi professionalmente. Nel mio impegno metto sempre passione ed è per questo che lavorare in serie A, in serie B o in Lega Pro per me non fa differenza”! Lo ha affermato questa mattina, (24/5/16 ndr) a Villa Corsini Sarsina di Anzio, il direttore generale del Frosinone calcio, Ernesto Salvini, che è stato premiato con la “Fanciulla d’Anzio” dal Vicesindaco e dal Delegato allo Sport, come sportivo anziate del 2016. “Ogni anno – ha dichiarato il Consigliere Comunale Delegato allo Sport, promotore dell’evento – premiamo un cittadino di Anzio che ha portato in alto la nostra città nel mondo dello sport. Questa volta premiamo con la “Fanciulla d’Anzio” un grande manager, un anziate che conosciamo tutti in quanto per tanti anni ha lavorato sul nostro territorio. La presenza in questa sala del Presidente dell’Anzio, Franco Rizzaro e del capitano, Mario Guida, ai quali rivolgo un grande in bocca al lupo in vista dello spareggio per la conquista della serie D, sono la conferma che abbiamo scelto bene”. Un esempio di civiltà e di cultura sportiva quello del Frosinone Calcio e dei suoi tifosi che, nonostante l’immeritata retrocessione, hanno applaudito la squadra riconoscendogli pubblicamente di aver onorato la maglia in tutte le partite del campionato di serie A che si è appena concluso. “Sono laziale – ha detto il Vicesindaco – ma, a differenza delle infelici affermazioni del Presidente Lotito, sono rimasto particolarmente dispiaciuto per l’ingiusta retrocessione del Frosinone calcio in serie B. Il primi due anni abbiamo premiato Stefano Colantuono (2014) e Franco Casolari (2015) ed ora, con pieno merito, abbiamo assegnato questo importante riconoscimento ad Ernesto Salvini con l’augurio del ritorno nella massima serie calcistica del Frosinone”. Ernesto Salvini “Sportivo anziate del 2016”: una vita passata sui campi di calcio quella di Ernesto Salvini che, nonostante i suoi 45 anni, ne vanta quasi già trenta di carriera calcistica cominciata ad Anzio, nella stagione 1986/1987, con la carica di segretario. Nell’89/90 è nominato direttore sportivo, stagione questa che coincide con la promozione in “interregionale” e con la fusione che creò la società “Anziolavinio”, con cui continua a lavorare fino al 1993. Negli anni a seguire, sempre da direttore sportivo, lavora con le società più blasonate del panorama interregionale, poi l’ingresso in Federazione dove dal 1999 al 2011 ricopre l’incarico di selezionatore delle rappresentative regionali. Seguirà una parentesi alla Cisco ed un’esperienza al San Lorenzo Roma dove arrivano i primi successi da responsabile del settore giovanile. Proprio al San Lorenzo, infatti, sotto la guida di Salvini, arrivano uno scudetto Juniores e due titoli regionali Juniores ed Allievi. Nella stagione 2007/208 inizia l’avventura con il Frosinone Calcio dove assume un incarico importante, quello di rifondare un settore giovanile di certo non all’altezza di una società che milita nel campionato di Serie B e, in appena cinque anni, il Frosinone si trova con due tricolori sul petto. Nel 2011/2012, infatti, le formazioni “Allievi Nazionali” e “Berretti” si laureano campioni d’Italia con quest’ultima che conquista anche la Supercoppa Italiana. I successi non arrivano mai per caso e per questo, il Presidente Stirpe, decide di promuovere Salvini tra i grandi del calcio nazionale affidandogli l’incarico di Direttore Generale. In questo caso la missione non è semplice, il Frosinone è reduce da una retrocessione dalla Serie B e da una stagione anonima in Lega Pro ed è proprio da qui che inizia l’ascesa di una società che, nel giro di quattro anni, si ritrova a calcare i più importanti palcoscenici italiani partecipando, per la prima volta nella sua storia, al campionato di Serie A.