domenica 21 settembre 2014

“Trofeo Città di Anzio”, torneo open di tennis, 17-31/10/14.



Avvicinare i giovani allo sport, trasmettere importanti ideali di solidarietà e correttezza, favorire la realtà locale promuovendone le bellezze naturali ed incentivandone il turismo sportivo. Il “Trofeo Città di Anzio”, torneo open di tennis che si terrà dal 17 al 31 ottobre 2014 presso la Polisportiva Anzio Tennis, si prefigge di essere tutto questo. Promosso dall’Associazione Giovanile Nettunia, la Comunità Giovanile di Anzio e Nettuno, il torneo avrà un montepremi complessivo di euro 2.000,00 e sarà organizzato in collaborazione con la Polisportiva Dilettantistica Comunale Anzio – Sezione Tennis e la Federazione Italiana Tennis e con il Patrocinio del Comitato Regionale Lazio CONI e della Città di Anzio. L’evento, di rilevanza regionale e nazionale, favorirà la diffusione del gioco del tennis, particolarmente tra i giovani, recuperando quel ruolo educativo della pratica sportiva e motoria, attraverso il coinvolgimento di molte realtà territoriali comprese le scuole di Anzio, di Nettuno e dei comuni limitrofi, anche i più piccoli potranno quindi seguire da vicino le competizioni. Durante il torneo, lo sport si unirà all’enogastronomia ed alla conoscenza dei prodotti tipici del territorio. Al termine delle qualificazioni si terrà un “Player Party” durante il quale gli atleti potranno degustare i prodotti tipici della Città di Anzio e del territorio laziale. La partecipazione al torneo è rivolta ad atleti professionisti e non, e mira a coinvolgere appassionati d’ogni sesso e categoria (NC, 4a, 3a, 2a e 1a) provenienti da tutta Italia, compresi atleti diversamente abili, che saranno inseriti in tabellone insieme agli altri atleti. “Siamo pronti – spiegano gli organizzatori – ad accogliere atleti provenienti da tutta Italia. Madrina della manifestazione sarà la campionessa Karin Knapp, che ha recentemente ottenuto il suo primo successo internazionale conquistando in Uzbekistan il “Tashkent Open”. Sarà inoltre un’occasione unica per la città di Anzio, che potrà intensificare la sua visibilità e promuovere i propri prodotti turistici. Gli atleti – continuano gli organizzatori – potranno approfittare del torneo per scoprire le bellezze della ridente località tirrenica, a due passi da Roma, ricca di storia e notoriamente rinomata per la buona cucina e il mare pulito, che grazie al clima mite 365 giorni l’anno la rende una meta turistica ideale per trascorrere le proprie vacanze o un fine settimana in relax”. La manifestazione si terrà presso le strutture sportive della Polisportiva Anzio Tennis che, grazie all’oculata gestione dei dirigenti che si sono succeduti negli anni, può contare oggi su n. 8 campi da tennis, n. 6 in terra rossa di cui n. 2 coperti e n. 2 in play-it, la cui copertura sta per essere ultimata. Gli atleti potranno inoltre usufruire della palestra e della “Club House”, 300 mq con bar-tavola calda, TV satellitare e un’ampia terrazza che si affaccia sui campi da tennis e sul mare. Sarà inoltre messa a disposizione degli atleti una navetta che trasporterà gli stessi dal circolo di tennis alle strutture alberghiere convenzionate. Per informazioni ed iscrizioni è possibile contattare la segreteria al numero 069874020 o 3349023424 oppure scrivere all’indirizzo email tennisanzio@libero.it, il regolamento del torneo è stato pubblicato sul Portale Unico Competizioni della Federazione Italiana Tennis su www.federtennis.it, mentre per informazioni su dove mangiare, dove dormire e trovare le strutture convenzionate è possibile consultare il nuovo portale turistico della Città di Anzio www.visitanzio.it.

venerdì 25 luglio 2014

L'Orchestraccia torna a Villa Adele, 25/7/14.



Dopo il grande successo di pubblico dello scorso anno, dopo il loro impegno rivolto nella lotta al femminicidio, dopo l'uscita del loro primo lavoro discografico "Suona Orchestraccia Suona", torna a grande richiesta sul palco del teatro all'aperto di Villa Adele, ad Anzio, venerdì il 25 luglio alle 21, l'ORCHESTRACCIA: la band composta da musicisti, attori, performer e cantanti romani, che quest'anno ha letteralmente mandato in visibilio il pubblico nel concertone del 1° maggio svoltosi a Piazza S. Giovanni, a Roma, oltre ad aver registrato "sold out" all'apertura della stagione estiva di Villa Ada 2014. La band, capitanata da Marco Conidi, composta da 12 elementi tra i quali Luca Angeletti, Edoardo Pesce, Giorgio Caputo e tanti altri personaggi come l'attore Edoardo Leo, assente quest'anno nel tour estivo per motivi di lavoro, ma il quale ha sempre rappresentato l'anima di questa band, propone i più conosciuti e cantati brani della tradizione romana, che hanno segnato intere generazioni e che ancora oggi rappresentano Roma in ogni angolo del mondo. Lo spettacolo della durata di due ore è un'altalenanza d’emozioni, si punta al coinvolgimento del pubblico riproponendo brani classici come "Lella" "La società dei magniaccioni" "Tanto pe cantà"... in versione folk e rock, alternati da scambi di battute e aneddoti raccontati tra una canzone e l'altra. Insomma rifacendosi ad una loro canzone... E' un'occasione bellissima ed è davvero un peccato perderla. "La stagione estiva - dice il Consigliere Comunale delegato alle iniziative turistiche, è entrata nel vivo con tutta una serie d’iniziative che stanno riscontrando l'apprezzamento dei cittadini e dei turisti che hanno scelto la nostra città, premiata con la decima Bandiera Blu, per un periodo di vacanza. Quello con l'Orchestraccia è un appuntamento di livello teso alla valorizzazione dell'antica tradizione artistica romana. Nei prossimi giorni ospiteremo ad Anzio grandi artisti come Giorgio Albertazzi ed Ornella Muti che saranno protagonisti sul palco di Villa Adele". Ore 21 Teatro all'aperto di Villa Adele Posto unico euro 10. Biglietti prevendite abituali e Ufficio Turismo Piazza Pia 19, Anzio.

Albina e Nerone, 26-27/7/14.



La premiata ditta Fusi & Piraino esce con una nuova produzione di teatro canzone, stavolta tutta in dialetto romanesco, tutta basata sulla contraddizione fra lo spirito carbonaro dei romanetti del 1849 e la realtà quotidiana della Roma di oggi, che è divenuta borgata, ovunque. Albina, la Fatina dell'Anagnina, che chiede l'elemosina al capolinea della metropolitana, porta con se il suo piccolo orco Nerone, oramai troppo cresciuto. In un viaggio onirico e surreale attraversano una città in cui l'unica costante è il delirio, la fatica, la miseria culturale prima ancora che economica - ma cantata con un'estrema leggerezza, con un'ironia affettuosa e quasi ingenua, tanto è che il pubblico ride, ride e ride durante tutto lo spettacolo, in cui compaiono altri personaggi mitici: il gigolo Crescenzi, che si è messo a fare il ladro d'appartamenti perché la pubalgia gli ha troncato la carriera; il pigrissimo mafioso Vito Scicolone, che spiega la crisi economica mondiale come solo un esperto par suo può fare; il Conte Lallo, eroe di una generazione di Pariolini travolta dall'infantilismo violento ed umiliante dei loro padri; Warter, fratello tonto e cioccolone, che tutti trattano male, e poi Giulio Andreotti e Daniele de Rossi, che s’incontrano segretamente ad un bar di Tor Marancia a guardare il sedere della bella Marilù, Lilletta ed il suo spasimante Mollica, detto la Rumba del Peccato... per finire con il grande cantautore trasteverino di colore, Michele Di Giacomo, in un tripudio di assurdità a metà strada fra Petrolini e Pasolini, fra Alberto Sordi e generazioni di romani che combattono una vita apparentemente insopportabile con il sarcasmo, la battutaccia, la capacità di dipingere la realtà in modo eroico nelle cose più piccole e sordide. Presentando lo spettacolo, Paolo Fusi ha spiegato: “Claudio Villa cantava 50 anni fa: “Mo le regazzette co le polacchette certo nun le vedi più, l’abiti scollati porteno, controluce trasparischeno… senza complimenti, nei caffé le senti de politica parlà, vanno a ogni commizio, chiedeno er divorzio, mentre a casa se sta a diggiunà”. Dire che quella Roma nun esista più è loggico ed esaggerato ar contempo. I romanetti coatti, gnoranti, buzziconi, i Molliconi e Cecetti de noantri, riempiono ancora le strade de la Città Eterna. Le ragazzette vestono diverse, fumeno e ciancicheno na cicca, ma so rimaste le stesse Lillette e Ninette de allora. Cosa è cambiato, allora? Birra invece der vino, come canta Mannarino? Ipad finlandesi invece che chitarre romane? Forse. La disperazione, l’incapacità di uscire dal proprio ghetto culturale e sociale, l’ironia ed il sarcasmo so li stessi. Forse. Pe scoprillo bisogna tornare a ricercare, annà ar fonno de sta Città odiata e amata, ma non come fecero Fellini e Sorrentino, venendo da fora, ma escrescendo da dentro. Noi Romani, pe facce dì che semo quer che semo, ci abbastavano Garinei e Giovannini, Aldo Fabrizi e Alberto Sordi. I personaggi della borgata pasoliniana se so mischiati cor Pariolino, er Rione Monti è pieno de cinesi che parleno romanesco come lingua madre. Insomma, dovemo ripartì da sotto, ma sotto sotto sotto, da na regazzina pallida ed il suo cucciolone gigantesco e granguignolesco, fra la leggerezza delle pischelle de bona famija e la nostargia dei tempi andati, ma proprio iti, si se capimo”. Uno spettacolo musicale originale di Paolo Fusi con Carlotta Piraino, Alessandro Orlandi, Paolo Fusi & the Osama Sisters: Leonardo Marcucci, Emanuele Cannatella, Davide Mengarelli, Matteo Marchi, Michelangelo Biagiotti. Appuntamento alla Pineta Mazza, Corso Italia, Anzio, il 26 e 27 luglio dalle 21. Ingresso libero. Info: 3395824037 - http://paolo-fusi.it/albina&nerone/comesemo

Anzio's Got Talent 2014: 26 luglio.



"Aver dato modo a così tanti ragazzi di esprimersi sul palco di Anzio's Got Talent, davanti a migliaia di spettatori, è motivo d'orgoglio per la Città di Anzio. Dopo il grande successo di pubblico della serata dedicata al cittadino anziate, Roger Waters, sabato prossimo a Villa Adele i cittadini ed i turisti potranno assistere ad una serata indimenticabile che si concluderà con la proclamazione del vincitore/i della seconda edizione di Anzio's Got Talent che si conferma come uno degli eventi di punta della stagione estiva. Ringrazio la Comunità Giovanile di Anzio per l'impegno profuso nell'iniziativa ed i quaranta partecipanti a questa seconda edizione che si è rilevata una fucina di talenti dei quali, ne sono certa, sentiremo parlare". Lo ha affermato l'Assessore alla Cultura e Politiche della Scuola del Comune di Anzio, con riferimento alla finalissima della seconda edizione di Anzio's Got Talent prevista per sabato 26 luglio, alle ore 21.30, al teatro all'aperto di Villa Adele.  A contendersi il titolo 2014 sono i venti partecipanti che hanno superato le semifinali ed i tre concorrenti ripescati tra gli altri venti esclusi dalla finalissima. Tra loro ci sono cantautori, violinisti, danzatrici, musicisti ed attori, presentati dalla Speaker radiofonica Tiziana Mammucari, che hanno già infiammato il pubblico di Piazza Garibaldi nelle semifinali della scorsa settimana. Il costo d'ingresso a quest'ultima serata sarà solo di 8 euro con ingresso gratuito per i bambini e sconti per le famiglie. Le sorprese saranno molte: presidente di giuria sarà, infatti, la ormai amata e famosissima Giada Agasucci, già vincitrice della scorsa edizione di Anzio's got Talent, arrivata poi al serale di "Amici13" ed ora in tour per la promozione del suo disco "Da capo" . La affiancheranno inoltre la scrittrice e sceneggiatrice anziate, Claudia Gatti, e il direttore artistico della casa discografica "Cantieri Sonori", Marco Canigiula. "Il premio che abbiamo voluto per questa edizione - dicono Manuel Tortora e Cristina Giovannini, altri membri della Comunità Giovanile - sarà di ben 500 euro e la speranza è di riuscire anche quest'anno a portare fortuna per qualche altro artista emergente".

L'evento, in onore di Roger Waters, dedicato a tutti i Caduti nella Battaglia di Anzio: Un successo.




“Il concerto spettacolo dei Pink Floyd Legend e della Corale Città di Anzio, che ha registrato il record di presenze a Villa Adele, rientrano nel programma delle Celebrazioni per il 70° Anniversario dello Sbarco di Anzio che ha visto come evento principale il conferimento della Cittadinanza Onoraria di Anzio al grande poeta, Roger Waters. Abbiamo dedicato l’evento a tutti i Caduti dello Sbarco di Anzio, tra i quali l’Ufficiale Britannico Eric Fletcher Waters, padre dell’immenso Roger Waters – cittadino onorario di Anzio, che dopo essere sbarcato ad Anzio nel 44 ha perso la vita negli aspri combattimenti al Fosso della Moletta.  Abbiamo voluto che la serata fosse ad ingresso libero per consentire a tanti cittadini, che per ragioni di sicurezza non avevano assistito lo scorso 18 febbraio, di rivivere le intense emozioni che hanno visto protagonista ad Anzio quello che, da molti, è considerato il più grande paroliere-poeta-artista del 900”. Lo ha affermato l’Assessore alla Cultura del Comune di Anzio in riferimento allo “strepitoso successo” dell’evento dedicato al cittadino anziate, Roger Waters ed a tutti i Caduti della Battaglia di Anzio. Durante le due ore e mezza di performance musicale, con circa settanta artisti protagonisti sul palco tra musicisti e coro, sono state riproposte le immagini della cerimonia a Villa Sarsina per il conferimento della Cittadinanza Onoraria a Roger Waters ma soprattutto il video esclusivo della visita del Poeta Britannico al Fosso della Moletta, accompagnato dai Sindaci di Anzio ed Aprilia, sul punto esatto dove perse la vita suo padre, l’Ufficiale Eric Fletcher Waters sbarcato ad Anzio nel 1944 per liberare Roma e l’Italia. Il pubblico ha riservato diverse standing ovation ai Pink Floyd Legend ed al cantante e musicista Fabio Castaldi, accompagnato da musicisti di valore assoluto e dalla Corale Polifonica Città di Anzio che ha dato prova di tutto il suo valore. Emozionanti gli effetti speciali con lo schermo circolare, l’areo ed il maiale volante. Nella prima parte del concerto è stato cantato l’intero album The Final Cut. Perché proprio The Final Cut? Perché esistono molti dischi sulla guerra, ma solo uno che affonda le sue radici, direttamente e in maniera viscerale, nelle vicende dello Sbarco di Anzio. L'album, pubblicato nel marzo del 1983, è dichiaratamente dedicato alla memoria di Eric Fletcher Waters (1913-1944), il padre di Roger Waters che come sappiamo perse la vita combattendo durante la seconda guerra mondiale, nel corso della Battaglia di Anzio il 18 febbraio 1944. Di là di tutto questo, "The Final Cut" è un album che merita tutta l’attenzione possibile. Per i fan watersiani rappresenta, infatti, la sua opera più amata: contrariamente a quanti pensano che sia un disco fatto solo con il materiale scartato da "The Wall", in realtà ne rappresenta la naturale evoluzione, svincolandosi dal personaggio di Pink per approfondire piuttosto temi dal valore universale e purtroppo sempre attuali. Ancora di più le liriche e le musiche sono l'emanazione della personalità di Waters, la cui voce la fa da padrone accompagnata da atmosfere solenni e oniriche realizzate anche e soprattutto con l’ausilio d’archi e fiati. Purtroppo i Pink Floyd non portarono mai in tour "The Final Cut", né lo ha fatto mai Waters da solo, anche perché la proposizione live di questo disco, quasi al limite di un'esibizione teatrale, rappresenta una grande ma emozionante sfida, dovendosi misurare gli interpreti con problemi, non solo strettamente musicali ma anche, e soprattutto, interpretative ed evocative; a Villa Adele i Pink Floyd Legend, per la prima colta, lo hanno cantato tutto in onore di tutti i Caduti della Battaglia di Anzio.

giovedì 24 luglio 2014

E' Simone Angelucci il vincitore del primo concorso fotografico "Nettunia, le due città".




Venerdì 18 luglio presso lo stabilimento Blue Bay di Anzio sono stati premiati i vincitori della prima edizione del concorso fotografico promosso dall’ Associazione Giovanile Nettunia. Il concorso ha visto l’adesione di 85 partecipanti per un totale di 239 foto. Le 25 finaliste sono state esposte durante la serata, che le ha inoltre rese protagoniste di una simpatica asta di beneficienza condotta dal curatore del concorso Mauro Rinaldi. Il ricavato dell’asta è stato devoluto alla casa famiglia “La coccinella” di Anzio. Di seguito i vincitori premiati per ogni categoria: Glenda Marinelli, categoria “Vita in città”; Carlo Ambrosetti, categoria “Ambiente agricolo”, Marco Bianchi, categoria “Parchi e riserve”; Simone Formicola, categoria “Ville antiche ed aree archeologiche”, Alice Del Vecchio, categoria “Elaborati artistici”; Simona De Franceschi, categoria “Applicazioni fotografiche per smartphone”; Antonio Ciampriello, categoria “Miglior foto fuori concorso amatori/over 35”, Antonio Sancetta, menzione speciale “Ritratto” e Alessandro Crivellaro, menzione speciale “Miglior foto fuori concorso under 16”. Ad aggiudicarsi l’assegno di € 400,00 è stata la foto di Simone Angelucci, primo nella categoria “Area costiera” e vincitore assoluto del Concorso. Le motivazioni delle scelte sono state illustrate dalla giuria di professionisti composta da Mauro Rinaldi, Walter Corizia, Pietro Stampeggioni, Michele Di Sarno e Filippo Anselmi. Due premi sono stati istituiti dagli assessorati al Turismo di Anzio e Nettuno. La Città di Anzio ha assegnato il riconoscimento a Marco Mattarocchia, per volontà di Luciano Bruschini delegato al Turismo e Spettacolo del Comune di Anzio; per la città di Nettuno è stata scelta la foto di Alessandro Pietrosanti, a cui l’Assessore alle Attività Produttive e Turismo Giulio Verdolino ha voluto dedicare questo pensiero: “Piazza Colonna. Il cuore pulsante di Nettuno. Fotografato in un movimento statico. Eccezionale rappresentazione della Nettuno che fu, della Nettuno che è, della Nettuno che sarà!”. Premiata anche la foto di Ciro Gaglioone, vincitore della foto che ha ricevuto più “mi piace” su Facebook. La serata è terminata con il concerto della rock band “Falsi Dei” e con un buffet offerto dallo stabilimento Blue Bay. Ringraziamo tutti gli sponsor che hanno permesso la realizzazione dell’evento; la Regione Lazio e i comuni di Anzio e Nettuno per i patrocini concessi e, non da ultimi, tutti i partecipanti che hanno reso speciale con i loro scatti momenti e panorami delle nostre città. Prossimo appuntamento con il primo KK Tennis Show, esibizione di tennis con Karin Knapp e Piccari Tennis Team, che si terrà venerdì 25 luglio, alle ore 10, presso il Circolo del Tennis di Anzio.

GUARDIA COSTIERA DI ANZIO: FINE SETTIMANA ALL’INSEGNA DI CONTROLLI E SALVATAGGI.



Fine settimana all’insegna di controlli e salvataggi. Quello appena trascorso è stato un fine settimana piuttosto impegnativo per la Guardia Costiera di Anzio che in due giorni ha dovuto eseguire una serie di verifiche e interventi tesi a salvaguardare l’incolumità di chi va per mare. Due in particolare gli interventi di salvataggio ed assistenza portati a termine con successo. Il primo a favore di un natante di circa 6 metri con quattro persone a bordo - due adulti e due minori - che lo scorso venerdì a seguito di un’avaria aveva allertato la Guardia Costiera in quanto impossibilitato a proseguire la navigazione. Il battello costiero GC B89 mollava quindi gli ormeggi raggiungendo in poco tempo l’unità alla quale prestava assistenza fino al rientro in porto ad Anzio. Il secondo intervento è stato invece compiuto nella mattinata di sabato, quando alla radio era raccolto un “may – day” molto concitato lanciato da parte di una donna di nazionalità francese che si trovava a bordo di un’unità a motore con altre 4 persone. In questo caso il battello costiero GC B89, già in mare per l’espletamento dei controlli rinforzati proprio nell’ambito dell’attività “mare sicuro”, dirigeva a tutta velocità verso il punto segnalato, seguito dalla motovedetta Sar cp 859. La paura, infatti, era che l’unità potesse affondare, in quanto era stata segnalata la presenza d’acqua a bordo provenire dal circuito di raffreddamento del motore in avaria. Fortunatamente però, mentre la sala operativa manteneva costanti contatti radio con l’unità, rassicurando gli occupanti, tale problematica era risolta e quindi l’unità una volta raggiunta era scortata in porto fino al porto turistico di Marina di Nettuno ed ormeggiata in sicurezza. Solo un brutto spavento per i 5 cittadini di nazionalità francese, che potranno riprendere la navigazione non appena risolto il problema ad uno dei due motori. Per quanto riguarda i controlli svolti via terra e via mare nell’ambito dell’operazione “mare sicuro” il personale dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Anzio ha eseguito mirati controlli presso le strutture balneari per verificare il rispetto della vigente ordinanza di sicurezza balneare. Nell’ambito di tali controlli due diportisti sono stati sanciti per aver lasciato ormeggiati all’interno della fascia di balneazione le loro unità, comportamento questo che è stato sanzionato in via amministrativa, al quale si è aggiunta poi la contestazione effettuata a carico altri due diportisti risultati sprovvisti di parte della documentazione di bordo. Ai diportisti più virtuosi invece la motovedetta CP 2099, ha rilasciato due “bollini blu”, ossia il riconoscimento che anche quest’anno sarà rilasciato al termine dei controlli di routine per attestare la regolarità dell’unità da diporto controllata. Gli eventi verificatisi in questo week-end offrono lo spunto per ricordare a tutti coloro in quali vanno per mare l’importanza delle verifiche preventive, ossia quelle che si devono compiere prima di salpare. In particolare, ricordarsi sempre di controllare le previsione meteorologiche e del mare oltre alla presenza a bordo delle prescritte dotazioni di emergenza, del carburante necessario per coprire l’intera navigazione e il funzionamento degli impianti di bordo; tutte operazioni che comportano un piccolo sforzo ma che all’occorrenza si rivelano di fondamentale utilità. Si ricorda infine che, per ogni evenienza, è sempre attivo il numero blu 1530 gratuito per l’assistenza in mare, contatto diretto con la Sala Operativa della Guardia Costiera.