sabato 30 aprile 2016

Il "San Giuseppe Due" destinato all’Arsenale della Marina Militare a La Spezia.





Oggi, 29 aprile 2016, ad Anzio in consiglio comunale finalmente si è parlato dopo quasi sei anni del motoveliero Antartico “San Giuseppe Due”. Andrea Cafà ringrazia il consigliere Mingiacchi e l’Assessore Nolfi per quanto hanno espresso, ma “ormai è tardi” diceva una canzone del mitico Vasco Rossi. Sicuramente ci sono dei problemi più importanti che assillano il nostro territorio. Si parla di turismo, d’evoluzione, ma tutto si ferma lì a parte alcune iniziative. Cafà ho notato inoltre la disinformazione più totale in merito in quanto il veliero alla data del 25 maggio sarà trasportato all’arsenale della Marina Militare de La Spezia lo sapevate? Guardando lo streaming del consiglio comunale si rimane stupiti che non sia stato chiesto nulla a chi ha iniziato questo travaglio prendendosi l’impegno di restaurare e mantenere lo storico veliero attraverso un accordo con la Marina Militare. Hanno buttato tutto in confusione come si vuol dire, inoltre con quale criterio nel 2011 si pensava di prendersi un impegno cosi notevole? In quasi sei anni si poteva badare a fare qualcosa, anche un piano di lavori con delle tranche per restaurare il veliero ma nulla di ciò è stato fatto sennonché aumentare costi che pantalone pagherà. Quando Andrea Cafà iniziò ad interessarsi del San Giuseppe Due, trovò una serie d’ostacoli che gli hanno portato a chiedere un accesso agli atti per avere un documento dell’accordo che ritiene debba essere pubblico, ma ormai è tardi, con due parole oggi è terminato un importante discorso al quale è meglio non prolungarsi, una proforma a fronte di quasi sei anni di silenzio da parte di quelli che sono stati ciechi e sordi. Una domanda, una risposta e un intervento di qualche mese fa del Sindaco alla Corte di Conti di cui ci piacerebbe vedere l’atto pubblicato, inoltre, “Scusate l'ardire” come diceva il buon Totò Andrea desidera commentare diversi articoli di recente pubblicati. Cafà apprezza molto che si affermi che è stata persa una nuova occasione, il turismo, bla bla bla, riguardo il M/V Antartico San Giuseppe Due del concittadino com. Giovanni Ajmone Cat partito più volte da Anzio. Il problema esiste da ben quasi sei anni è nessuno si è interessato, tanto meno la politica di tutti gli schieramenti, a fare qualcosa in merito. Diversi nostri politici sono saliti a bordo del San Giuseppe Due con festeggiamenti e foto ed altri cui inizialmente Andrea Cafà aveva chiesto informazioni si sono resi assenti. Diversi anni fa il Comandante propose di lasciare il museo con i cimeli antartici ad Anzio ma anche qui le amministrazioni sono state sorde tanto è che adesso i preziosi cimeli storici si trovano la museo dell'Antartide di Trieste. Andrea Cafà ringrazia per la disponibilità quantomeno di aver usufruito della sale della bellissima Villa Sarsina e del patrocinio della città dove si sono potuto esporre le foto dei viaggi antartici del San Giuseppe Due e destare quel po’ d’interesse di alcuni anche al di fuori delle nostre mura. “Sono amareggiato del disinteressamento delle scuole di Anzio per la scarsa partecipazione all’l'invito di visitare la mostra fotografica esteso oltretutto e inoltrato dall'assessorato alla cultura”, afferma Cafà. Un lodevole merito ai bambini delle classi del scuola “Miglioramento” che hanno avuto l'occasione di visitare il veliero Antartico e in seguito all’insistente intervento del presidente Cafà, ad alcune classi della vicinissima scuola accompagnati dal prof. Mingiacchi. Ormai è tardi… “E' giusto che sia così: Un'occasione persa per una città al dirsi d’origini marinarecontinua Cafà - faccio a tutti gli auguri per il nuovo porto di cui tanto se ne parla, ma la città ha perso ancora una volta qualcosa di bello e di grande valore storico e marinaro. Restano ancora in attesa di risposte le mie richieste più volte rinnovate per intitolare una strada o una piazza in onore del Navigatore Antartico partito da Anzio. Spero sempre ogni anno di rinnovare la regata in onore del navigatore antartico com. Giovanni Ajmone Cat e del suo veliero che si è svolta grazie alla preziosissima collaborazione del Circolo della Vela Roma e del suo presidente Mario De Grenet se la vogliamo dire tutta”. Comprendiamo lo sfogo del presidente Andrea Cafà, e lo ringraziamo a nome di tutta la città di Anzio per tutto quello che ha fatto per portare e far restare sul nostro territorio cultura e storia che ci appartiene, ma che come spesso accade in pochi apprezzano. Grazie Andrea.

venerdì 29 aprile 2016

#Migrazione #Speranza #Willkommen, 4 maggio 2016.







Mercoledì 4 maggio alle ore 17 sarà inaugurata presso la Biblioteca Multimediale Chris Cappell – Viale Antium, 7/A – Anzio, la mostra “#Migrazione #Speranza #Willkommen” della fotografa tedesca Nanni Schiffi-Deiler e di giovani profughi, sul tema dell’immigrazione e delle persecuzioni. La mostra è un’iniziativa dell’importante e rinomato istituto di lingua e cultura tedesca “Goethe” di Roma. L’Europa sta vivendo il più imponente flusso migratorio che c’è da alcuni decenni a questa parte. Già solo quest’anno quasi 800.000 persone hanno messo a rischio la propria vita per raggiungere l’Europa attraverso il Mediterraneo, di queste, oltre 3.000 sono morte durante il tragitto. I giovani affrontano i rischi per avere la possibilità di costruirsi una vita al sicuro e in libertà. Le condizioni dei loro paesi d’origine, la persecuzione politica o religiosa, gli abusi sessuali o l’impoverimento economico li hanno spinti a farlo. La fotografa tedesca Nanni Schiffi-Deiler ha messo a disposizione d’otto giovani migranti a Roma una foto-camera aiutandoli ad esprimere a loro modo attraverso di essa la quotidianità e i sentimenti. La mostra espone il ritratto di ciascun ragazzo realizzato da Nanni Schiffi-Deiler e le fotografie scattate dai ragazzi stessi. I testi sui rispettivi paesi di provenienza e le citazioni personali dei ragazzi sono messi a confronto con la dichiarazione universale dei diritti umani. Interverranno all’evento, tra gli altri, il Vicesindaco di Anzio per i saluti introduttivi, l’Assessore Area delle politiche culturali e della scuola e l’Assessore Area delle politiche sociali. Gli insegnanti e i loro alunni sono invitati a partecipare alle visite didattiche che saranno concesse fino al 4 luglio 2016. Ingresso gratuito – guida in italiano. Per informazioni: 069874823 - biblioteca.chriscappell@comune.anzio.roma.it

Anzio ospita il prof. Mandelli, 10 maggio 2016.



"I volontari dell'AIL hanno creduto nei nostri sogni e dato sostanza a progetti che sembravano utopie. Senza di loro nulla di quanto ho fatto, di quanto abbiamo fatto sarebbe stato possibile". In queste poche parole è racchiusa la vita del professor Franco Mandelli, presidente dell'AIL, medaglia d'oro al merito nella sanità pubblica, primario e professore emerito, ematologo di livello mondiale, da sempre impegnato con i suoi volontari per la prevenzione e la cura del cancro. Il "Professore", come tutti lo hanno sempre chiamato, che prima d’essere medico ha dimostrato, in tutta la sua carriera, "doti d’umanità uniche" nello stare vicino al dolore ed alla sofferenza dei bambini e delle famiglie. Tra questi adolescenti c'è l'anziate Stefano Chiappini che, nel 1999 all'età di 12 anni, torna da scuola con la febbre e malesseri che desta preoccupazione alla sua famiglia. La prima visita del pediatra, poi la corsa al Regina Apostolorum di Albano Laziale e quindi il trasferimento immediato al Policlinico di Roma, dove la diagnosi non lascia speranze: "Leucemia mieloide acuta". Stefano, che nel frattempo è entrato in coma, è preso in cura direttamente dal professor Mandelli che mette in campo tutto se stesso per provare a salvarlo: macchina leucoferesi, l'autotrapianto del midollo, lunghi cicli di chemioterapia con un cocktail di farmaci mai sperimentato e quindi fuori dei protocolli medici dell'epoca. "Ho cucito un vestito solo per Stefano" dirà Mandelli alla famiglia ed alla mamma Tina Condello in particolare, che si emoziona ogni volta che ricorda quei momenti. Oggi Stefano Chiappini, 30 anni, sta bene e lavora come OSS in un centro per disabili, dove dona le sue attenzioni a chi ha bisogno. E' una delle migliaia di storie a conclusione felice del “Professore” ed è la storia che Tina Condello, presidente dell'AIL di Anzio, con commozione ha raccontato all'Assessore alla Cultura del Comune, che insieme alla segreteria tecnica del Sindaco ha lavorato per realizzare il sogno dell'AIL di Anzio: ospitare a Villa Sarsina il professor Franco Mandelli per un incontro con i volontari, con il personale medico ed infermieristico del territorio e soprattutto con i cittadini di Anzio. In seguito a tutto questo la "sentita" lettera del Sindaco di Anzio, e l'immediata risposta del professor Franco Mandelli che il 10 maggio, alle ore 17, sarà a Villa Sarsina per presentare il suo libro "Curare è prendersi cura" (il ricavato è devoluto interamente all'AIL ed alla ricerca), ma anche per parlare della lotta al cancro e dell'importanza della prevenzione. A moderare l'incontro Katia Farina, che ha seguito la vicenda di Stefano fin dal 1999, che curerà l'intervista pubblica al “Professore” alla presenza di Stefano Chiappini e dell'Assessore alla Cultura del Comune di Anzio, che afferma:  "Siamo orgogliosi ed onorati di accogliere ad Anzio il professor Mandelli. Ringrazio l'AIL per l'impegno sul nostro territorio in favore della ricerca  e Maria Teresa Barone per la collaborazione, ma soprattutto ringrazio Tina Condello per avermi raccontato la sua storia e per aver averci consentito, con il prezioso supporto della segreteria tecnica del Sindaco, di organizzare questa importante iniziativa che darà lustro al nostro territorio". Info: ufficio.comunicazione@comune.anzio.roma.it - emanuelazocaro@ail.it - foresto@sperling.it

giovedì 28 aprile 2016

Festa di Primavera, a Lavinio Lido il 14 e 15 maggio 2016.



Ad Anzio, Piazza Lavinia sarà circondata da stand dedicati al giardinaggio, alla vivaistica e all'artigianato, sarà possibile osservare e sperimentare in prima persona come si lavora con le nostre amiche api e come i lombrichi sanno aiutarci a produrre terriccio fertile; una strana “corsa con i lombrichi” è poi in programma per il pomeriggio del sabato: a quanto dicono è proprio da non perdere. La domenica potremo visitare, assistiti da una guida del parco, la stupenda vicinissima riserva di Tor Caldara dove avremo anche modo di vedere in diretta la liberazione d’animali selvatici ormai pronti a riprendere la libertà dopo l'assistenza avuta dagli operatori. Alcuni ristoranti della zona praticheranno un menu a 20 euro per l'occasione, insomma come mancare a questi due giorni pieni in cui da abitanti e da turisti potremo immergerci nella natura? Appuntamento al 14 e 15 maggio. Per informazioni: 3343474644 - info@proloco-lavinio.org  

giovedì 7 aprile 2016

Assolto con formula piena per non aver commesso il fatto dal tribunale di Anzio il 7 aprile 2016.


Giovanni Giannattasio

Il 1° maggio 2010, nonostante vietassi a due carabinieri di pattuglia di rientrare in anticipo dal servizio antirapina per una pratica burocratica, arbitrariamente facevano rientro lasciando sguarnito il territorio, dei quali uno di loro, il 12 maggio 2012, arrestato per "falsi incidenti stradali con altre 43 persone "Per eventuali provvedimenti disciplinari, feci una nota al Comandante della Compagnia, l'allora Comandante di Compagnia che il 7 luglio dovrà presentarsi con altri 4 davanti al GUP di Velletri, per associazione a delinquere finalizzata alla calunnia, pensò di inoltrare il tutto all'AG asserendo che falsamente avevo attestato ciò a carico dei militari con una relazione di servizio. Mi ritrovai il reparto Operativo di Frascati ad acquisire l'ordine di servizio di quel giorno che "stranamente" era stato scarabocchiato a sfavore dei militari. "Falso in atto pubblico e falso ideologico" dagli accertamenti e dalla mia difesa è stato accertato e ho documentato, che il carabiniere arrestato al rientro aveva fatto fotocopia dell'atto in bianco che poi ha prodotto, forse sicuro della falsificazione successiva. Ho fatto presente e consegnato al giudice numerose segnalazioni a carico dei menzionati e che non sono "relazioni" di servizio. Dopo aver disconosciuto quello in seguito a mia firma non è stato sottoposto a perizia. Il giudice sentito il PM che ha chiesto l'assoluzione e il mio avvocato Domenico Porchetta del Foro di Roma ha emesso la sua sentenza di assoluzione. Domani s’incomincia un'altra guerra, contro questi "lestofanti" in divisa perchè chi sbaglia “Deve pagare”.
Giovanni Giannattasio

venerdì 1 aprile 2016

Light it up blue, 2-3 aprile 2016.



Il 2 aprile si celebra la Giornata Mondiale della consapevolezza sull'autismo, istituita dalle Nazioni Unite nel 2007. Obiettivo della giornata è quello di fare conoscere questa condizione, promuovendo la ricerca e il miglioramento dei servizi finalizzati all’acquisizione d’autonomie e d’abilità relazionali. In occasione di questa giornata sono organizzati in tutto il mondo, eventi, letture, incontri, convegni e mostre per sensibilizzare istituzioni e opinione pubblica sull’autismo.  Il colore dominante della giornata è il blu, si rinnova, infatti, la campagna mondiale Light it up blue”, ideata dall’organizzazione Autism Speaks, che prevede di illuminare di blu i principali edifici delle città di tutto il mondo, come testimonianza della sensibilità nei confronti delle problematiche legate ai disturbi autistici. Il 2 aprile a Nettuno e Anzio si svolgeranno una serie d'iniziative promosse dall’associazione, “Divento Grande Onlus”, in collaborazione con  l’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Anzio,  che ha accolto con entusiasmo la proposta di dare un segnale forte di attenzione nei confronti dei ragazzi autistici. “Un occasione di riflessione non solo grazie all’effetto magico della luce blu, che vedrà illuminata la fontana di Piazza Pia, ma soprattutto perché vedrà protagoniste le numerose famiglie attenti e sensibili alla patologia, oggi sempre più diffusa. Sarà l’occasione per dimostrare un’apertura, anche da parte delle istituzioni, verso temi particolarmente delicati che richiedono un grande impegno esperienziale, sanitario e culturale”. Ecco nel dettaglio il programma dei giorni di solidarietà e sensibilizzazione sui temi dell’autismo:

1. Premio scuola: A come Amico”
·   I bambini e i ragazzi sovente conoscono l'autismo a scuola, capita che abbiano in classe o nella scuola un compagno o una compagna con questo tipo di disagio. Spesso si riscontra fra gli adolescenti una disponibilità naturale all’inclusione, alla attenzione, alla cura di questi amici;
·   Per questo abbiamo pensato di invitare gli alunni delle classe quarte e quinte delle scuole primarie e gli studenti delle scuole medie a partecipare ad un concorso scrivendo un elaborato sulle loro idee ed esperienze sull’autismo;
·   Il tema da volgere sarà: L'Amico Autistico: la mia esperienza con i “ragazzi speciali” a scuola e nel tempo libero”;
·   I miglior elaborati saranno premiati con buoni da utilizzare nelle attività del territorio;
·   I premi saranno cinque: miglior tema della quarta e della quinta elementare e migliori temi nelle tre classi delle medie.
·   I premi consisteranno in:
o       Buono da 100 euro da spendere in attività del territorio per il singolo studente autore dell'elaborato;
o       Buono da 100 euro destinati alla classe del vincitore da utilizzare per materiale scolastico e attività.
2. Giornata di sensibilizzazione del 2 aprile (presso il Forte Sangallo)
·   Nel corso del pomeriggio, a partire dalle ore 16 saranno presentate diverse attività laboratoriali e workshop nei quali saranno coinvolti bambini e ragazzi del territorio e le famiglie;
·   Nella stessa location a partire dalle ore 18 è previsto una breve presentazione delle realtà coinvolte e delle attività con i bambini e ragazzi con autismo;
·   Alle ore 19 è prevista la premiazione degli elaborati di “A come Amico”, alla presenza dei membri della commissione esaminatrice e delle espressioni della comunità locale;
·   Aderendo alla campagna Light it up Blue” alle ore 20:30 sarà illuminato di blu un monumento/ edificio delle città di Anzio e Nettuno.

3. Regata “Trofeo Challenge Divento Grande” il 3 aprile.
·   La mattina del 3 aprile si svolgerà una regata che prenderà il nome di “Trofeo Challenge DiventoGrande” con imbarcazioni a vela nello specchio d’acque esterne al porto di Nettuno. Al termine della giornata ci sarà la premiazione della regata.

4. “Walking silent party” il 3 aprile.
·   Alle ore 10 con partenza da Piazzale Michelangelo in Nettuno è prevista la camminata solidale “walking silent party”, il percorso prevede il passaggio ad Anzio fino alla fontana di Piazza Pia e ritorno.

Per info: 0698499488.

martedì 22 marzo 2016

Fiera del Cioccolato, 26-28 marzo 2016.




Anche quest'anno, nel fine settimana di Pasqua, andrà in scena sulla centralissima Piazza Pia ad Anzio, dal 26 al 28 marzo, "La Fiera del Cioccolato". All’iniziativa per la promozione del cioccolato artigianale, patrocinata dal Comune e organizzata dall’Associazione Commercianti di Anzio in collaborazione con l'Assessorato alle Attività Produttive, parteciperanno un pool di aziende provenienti da diverse parti d’Italia e sarà presentata al pubblico la storia di questo prodotto ponendo in evidenza tutte le proprietà del cioccolato “vero”, l’artigianale italiano giudicato il migliore in Europa. I visitatori potranno giudicare la squisitezza e la fragranza di questo alimento senza aditivi e conservanti aggiunti proposto in svariate ricette e originali forme. Numerose saranno le iniziative nelle vie e sulla piazza adiacente del porto, dal mercatino dell’artigianato ai gonfiabili, dalle giostre bimbi all’animazione con laboratori di cake design, ma la novità in assoluto per questa edizione è la presenta dello scultore,  Stefano Comelli, noto per le sue opere in cioccolato, che realizzerà dinanzi al pubblico una scultura della “Fanciulla di Anzio”, interamente in cioccolato, inoltre lunedì 28 marzo, dalle 17, il cantante Sandro Presta, insieme alla sua Band, ricorderà il Maestro, Franco Califano, a tre anni dalla scomparsa, con un grande concerto in Piazza Garibaldi. Una grande festa quindi con l’intento di far trascorrere le feste pasquali in maniera speciale immersi nella splendida Anzio. Info: 3475912752.