sabato 18 gennaio 2014

Anzio: Gli impianti sportivi comunali.


Il Comune di Anzio è proprietario di una serie di impianti sportivi. Le Amministrazioni che si sono succedute hanno dimostrato l'interessamento e l'impegno nella progettazione d’interventi finalizzati non solo alla costruzione ex novo ma anche alla riqualificazione e ristrutturazione dell'impiantistica sportiva esistente sul territorio. Esempi concreti sono la costruzione del Palazzetto dello Sport e la ristrutturazione ripetuta dei campetti in erba sintetica nel Centro Sportivo Comunale "Villa Claudia", gestiti dalla GSD Falasche, tutto ciò solo con l'ammirevole scopo di favorire la diffusione della pratica sportiva a beneficio della cittadinanza. Visitando il sito del Comune di Anzio per cercare informazioni sull’impiantistica sportiva comunale, mi è capitato di trovare una delibera che mi ha sconcertata. Con la delibera n. 64 del 6/6/13, l’Amministrazione approva il progetto per la posa in opera di manto erboso sintetico con la prospettiva di partecipare al bando per il suo finanziamento. Quali sono le motivazioni? E' tutto dichiarato nella delibera stessa " Tra le diverse esigenze rilevate emerge la necessità d’intervenire per la posa in opera di manto d’erba sintetica presso il centro sportivo di Anzio in Via Nettunense Km 36.500 ed affidata in gestione all’A.S.D. Anziolavinio calcio". Per aver dedotto ciò i tecnici, o qualche delegato dell'Amministrazione anziate, saranno andati a fare un sopralluogo. Per raggiungere il campo di calcio occorre entrare nello Stadio "Bruschini" varcando il cancello e attraversando la pista d’atletica leggera; un qualunque profano noterebbe già l'enorme differenza esistente tra lo stato di fatto del campo di calcio e lo stato di fatto della pista d’atletica. Tanto è che la stessa associazione che gestisce la pista d’atletica leggera, l’ASD Atletica Anzio chiede all’Amministrazione la possibilità di ristrutturare la pista attraverso un finanziamento regionale e l'Amministrazione è così solerte che il 18/10/2011 deliberò per il rifacimento della pista, ma la pratica, ahimé, non raggiunge mai gli Uffici della Regione. Le strutture date in concessione all’ASD Atletica Anzio, nel Centro Sportivo Comunale, richiedono di una serie d’interventi migliorativi ed è necessario intervenire per la ricostruzione della pista d’atletica. Essa, infatti, mostra la non idoneità all’attività sportiva e la pericolosità per l'incolumità degli utilizzatori, ma io voglio vederci chiaro sulla faccenda ed allora cerco informazioni sull'ASD Anziolavinio calcio. Leggendo l'organigramma e la storia della squadra, tutto reperibile sul web, si trovano nomi che occupano anche un posto nel ruolo d’assessore comunale. Nulla da dire. Non c'è niente di male che un assessore è amante del calcio e poi penso malignamente: "E se nella ristrutturazione della pista d’atletica, dove ad oggi si corre e basta, si aggiungessero tutte quelle attività che oggi non si possono fare come il salto in alto, il salto triplo, il lancio del giavellotto, il lancio del peso o il salto con l'asta, da una parte si regalerebbe la possibilità ai ragazzi di Anzio di poter diventare atleti magari olimpici e dall'altra si costringerebbe a dividere il campo di calcio dell'ASD Anziolavinio rovinandogli il manto erboso e le luci che illuminano il campo in notturna". Magari qualcuno non vuole proprio questo.

Nessun commento: